Berlusconi: “Flamini e Muntari marcheranno Messi. Montolivo è il nostro Pirlo, mentre Verratti…”

BerlusconiIntervistato da Carlo Pellegatti, ai microfoni di Sport Mediaset il Presidente del Milan Silvio Berlusconi è tornato a parlare di Milan-Barcellona, il big match di Champions League di domani sera: “Incontriamo una squadra al massimo del suo splendore e della sua popolarità, speriamo di non fare una figura troppo brutta. Non scendiamo in campo convinti di perdere, ma sarà difficile per questa partita rispettare la nostra missione, ovvero essere padroni del campo e del gioco, perché con il barcellona è impossibile”.

“Ce la metteremo tutta, non faremo brutta figura e nel calcio a volte possono succedere miracoli. Dobbiamo scedere in campo con qualche cura tattica, ho parlato con Allegri, credo che Messi vada bloccato con una difesa a uomo, da una o due persone, e potrebbe essere fatto da Flamini nel primo tempo e da Muntari nel secondo tempo, o viceversa”.

Per quanto riguarda la straordinaria rimonta in campionato, Berlusconi elogia la propria squadra, sottolineando che l’obiettivo stagionale rimane il terzo posto: “Abbiamo fatto una rimonta straordinaria, siamo al terzo posto a pari punti con la Lazio, ma siamo in vantaggio per il quoziente reti. Questa rincorsa è stata notevole, ma non abbiamo mai pensato di poter insidiare la supremazia e il primo posto della Juventus. A gennaio, abbiamo avuto il dolore della partenza di Pato, che ha voluto tornare in Brasile, e l’arrivo di Balotelli, ma continuiamo a puntare al terzo posto”.

Una rimonta favorita anche dall’aver confermato la fiducia in Allegri nonostante il difficile avvio di stagione: C’è stata la vicinanza della società nei confronti dell’allenatore, si è discusso con Allegri su come mandare avanti le cose, si è trovata una concordanza di idee con allenatore e per questo è stato incitato a continuare tranquillo. Per Allegri dipenderà dai risultati, al di là della stima e della simpatia nel calcio contano i risultati”.

Infine, una battuta su Verratti, il giovane centrocampista del PSG nelle mire dei grandi club italiani ed europei, “Verratti è un giocatore che stiamo esaminando, dobbiamo vedere se le condizioni ne renderanno possibile l’acquisizione”, e una su Montolivo, che tanto sta facendo bene in questa stagione: “Montolivo l’abbiamo tenuto in osservazione perché addolorati dalla partenza di Pirlo, che io non volevo assolutamente e me  l’hanno fatta alle spalle. Io volevo essere informato, Pirlo doveva parlare con me, eppure mi son trovato Pirlo che aveva già firmato con la Juventus. Quinti Montolivo è il nostro Pirlo di adesso e di domani”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy