Bertuzzo: “Poco tecnici ma quadrati, i Giovanissimi Regionali puntano al primo posto. La società ci è molto vicina”

CALCIOSecondo con i suoi Giovanissimi Regionali (fascia A), a -2 dalla vetta occupata dall’Atalanta e a +7 dall’Inter terza, l’allenatore Roberto Bertuzzo è stato intervistato dal mensile ufficiale rossonero “Forza Milan”.

Quella dei Giovanissimi Regionali è una categoria di preparazione al salto nell’attività agonistica e quindi un anno importante. E’ il proseguimento di tutto il lavoro svolto nell’attività di base. A livello di competitività del campionato ci sono squadre attrezzate come Atalanta ed Inter e ce la giocheremo con loro per la prima posizione. La mia è una squadra che, nonostante abbia una certa carenza generale sotto l’aspetto tecnico, ha avuto un’evoluzione importante in questi mesi: c’è la voglia dei ragazzi di migliorarsi sempre. Il lavoro e l’applicazione ci hanno permesso di sopperire a queste carenze con una certa quadratura che oggi è una delle nostre armi vincenti. Ogni giorno lavoriamo per far crescere i ragazzi tatticamente e tecnicamente, per insegnarli ad avere una certa intensità nelle partite. Oltre a ciò è fondamentale creare la giusta mentalità, lo spirito di sacrificio e la dedizione al lavoro, senza che al tempo stesso perdano l’entusiasmo. Si può arrivare a certi livelli solo con educazione, passione ed umiltà. Se la società ci è vicina? Negli ultimi tempi c’è molta più attenzione da parte di tutti e la loro presenza la sentiamo molto. Credo sia una cosa giusta e proficua, soprattutto in un periodo in cui il settore giovanile deve ricoprire un ruolo di rilevanza strategica. In generale il Milan ha sempre avuto un settore giovanile di buon livello.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy