Allegri: “Derby partita strana, non ci sono favoriti. Out Pazzini e Flamini, Nocerino a disposizione” – UPDATE: Berlusconi a Milanello

Allegri_in_conferenza_stampa_586583390Alla vigilia del derby, il mister Massimiliano Allegri analizza la gara coi nerazzurri in diretta ai microfoni di Milan Channel, toccando le varie tematiche di attualità in casa rossonera. Alle 18, invece, si terrà la consueta conferenza stampa a Milanello.

LE PAROLE DEL MISTER IN PILLOLE

 – Sulla gara col Barça: “E’ stata una bella serata mercoledì, il merito è dei ragazzi che hanno fatto una grande partita. Abbiamo creato un piccolo vantaggio che ci permette di andare a Barcellona con più possibilità di quelle che avevamo all’inizio”.

– Sul derby: “Veniamo da tre derby persi, la partita è importante soprattutto perché molto sentita. Sarà una partita completamente diversa da quella di mercoledì sera, ma credo che i ragazzi abbiano recuperato le energie. Quelli che non sono stati impiegati mercoledì potranno dare domani una grande mano”. 

– Sulla giornata odierna: “Oggi abbiamo cambiato l’ordine delle cose, dopo l’allenamento farò la conferenza stampa, verso le 18”.

– Altre considerazioni sul momento del Milan: “La partita di mercoledì è stato il primo match degli ottavi. Ora andremo lì consapevoli che sarà una gara difficilissima perché loro in casa sono forti e cercheranno di ribaltare il risultato. Noi abbiamo delle possibilità e dobbiamo giocare con serenità, come mercoledì. Ci sono i presupposti per andare avanti. Ora però dobbiamo pensare al campionato, mancano ancora molte partite ma ora gli scontri diretti sono importanti. Abbiamo recuperato molto in classifica quindi ora non siamo più noi a dover rincorrere”. 

– Su Balotelli, l’ex illustre del derby: “Per lui domani sarà una prova di maturità, deve pensare soltanto a giocare. Inoltre è un giocatore che proviene dal Manchester City e non dall’Inter. E’ un ragazzo che deve migliorare sotto l’aspetto dell’impulsività e delle reazioni. Domani gli avversari cercheranno di limitarlo e lui dovrà essere bravo a trattenere i suoi istinti nei momenti di difficoltà”.

– Su Boateng: “Credo che abbia avuto una crescita dall’inizio della stagione, anche a livello fisico. E’ un giocatore di straordinarie qualità fisiche e se sta bene sa mettere in mostra anche quelle tecniche. Dà intensità alla partita, ha una gamba diversa da quella degli altri”. 

– I ‘suoi’ derby: “Avevo iniziato bene facendo tre derby e tre vittorie poi ne ho persi tre di seguito. Spero che domani i ragazzi mi diano questa soddisfazione, ma sarebbe un regalo per tutti, dal presidente ai tifosi”. 

– Sull’assenza di Ranocchia: “Non so se giocherà, è un grande giocatore, giovane e con qualità importanti, ma se non ci sarà lui ce ne sarà un altro. L’Inter ha una rosa vasta e importante”. 

– Ancora sul Barça: “Quando giochi queste partite devi avere attenzione per tutta la partita, i ragazzi hanno fatto un’ottima fase difensiva, ma potevamo fare meglio in quella offensiva. A Barcellona ci sarà bisogno di migliorare questo aspetto”. 

– Derby da favoriti? “Il calcio è bello perché nel giro di un giorno cambiano idea ed opinione su tutto. Il derby è una partita a sé, non ci sono favoriti, sono partite equilibrate. Gli ultimi tre derby eravamo un pò più avanti noi e invece sono andati male e sono stati decisi da episodi, in particolare l’ultimo con Stramaccioni e l’1-0 con Ranieri. Loro hanno avuto difficoltà nelle ultime partite ma hanno giocatori che risolvono la gara in pochissimo tempo, hanno molta più esperienza di noi. Sarà un allenamento per noi, per malizia ed esperienza. Sarà una partita diversa a livello tattico e tecnico, dovremo essere bravi a interpretarla e capire come sarà l’andamento della partita. I ragazzi lo stanno capendo sempre di più. Sarà una gara bella agonisticamente, un pò meno tecnicamente perché è un momento delicato della stagione. La serata di mercoledì rimarrà nella storia del calcio, e questi ragazzi saranno ricordati per aver battuto nettamente la squadra più forte al mondo, ma non abbiamo vinto ancora nulla, dobbiamo andare avanti. Tre mesi fa non l’avremmo mai immaginato, avevamo già organizzato il funerale. Invece anche i momenti negativi ci sono stati di insegnamento. Sono contento per l’ambiente e per i ragazzi, dobbiamo arrivare al 16 maggio avendo fatto qualcosa di importante in campionato e in Champions”. 

– Sulla formazione: “Ho alcuni dubbi, oggi devo rivedere la squadra per capire se tutti hanno recuperato le forze. Non avrò Flamini ma recupererò Nocerino. In questo momento credo sia importante che i cambi che ci saranno rispetto a mercoledì non influiranno sull’equilibrio della squadra, perché siamo più ordinati. Pazzini sicuramente non sarà della partita, dispiace perché mercoledì ha fatto un’ottima partita, mi dispiace non averlo domani ma ha ancora problemi al ginocchio”. 

– Derby con la neve? “Non so quanto possa influire, l’importante è fare un risultato positivo”. 

– Sulle palle inattive: “Speriamo di essere bravi, contro di loro all’andata abbiamo preso gol alla prima palla inattiva che hanno battuto. E’ un loro punto di forza, sono bravi nel calciare e nell’andare a chiudere i cross. Dobbiamo stare molto attenti”.

UPDATE (17.50) – Silvio Berlusconi è atterrato da pochi minuti a Milanello, in programma un saluto e un colloquio con la squadra in attesa del derby di domani sera.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy