Sacchi: “Kakà non avrebbe dovuto andarsene dal Milan, era una specie di Re”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Arrigo SacchiArrigo Sacchi è uno degli allenatori che ha fatto la storia del Milan e del calcio mondiale, la sua squadra è ricordata come una delle più vincenti e spettacolari di tutti i tempi. Ora è il coordinatore tecnico delle Nazionali giovanili italiane ma parla sempre volentieri della squadra che l’ha portato al successo.

Sacchi ha parlato a “UOL Esporte” di un ex rossonero: “Kakà non avrebbe dovuto andarsene dal Milan, lì era una specie di re, era giovane, giocava con sicurezza e serenità, aveva la fiducia del club, degli altri giocatori e dell’allenatore. Poi se ne è andato provando a chiedere più soldi, adesso la sua condizione è un problema“. Continua Arrigo: “Prima era un giocatore che mi incantava, ma oggi sta giocando poco, è difficile darne un giudizio. Il Real Madrid è una grande società, ma Kakà non si è adattato, ha avuto problemi fisici e di autostima“.

Parole importanti quelle dello storico allenatore rossonero che riconoscono il talento del brasiliano e, con un po’ di malinconia, ricordano le sue imprese sportive. Kakà è sempre accostato al Milan e c’è la sensazione che possa tornare ad ogni finestra di mercato, la prossima sarà quella buona?