Ambrosini si schiera: “Allegri ha il dovere di restare, ma è difficile far cambiare idea al presidente…”

ambrosini milan-lazio (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

ambrosiniMassimo Ambrosini ci mette la faccia “da capitano” e fa capire in maniera chiara, chiarissima, in un’intervista a Sky Sport 24, il suo pensiero sull’attuale condottiero Massimiliano Allegri. Parole al miele che ripercorrono una stagione travagliata e che, proprio per questo, valorizzano ancor più il lavoro del tecnico livornese. Ambro lo riconosce per primo, senza risparmiare qualche stoccata al presidente Berlusconi.

“Tutto quello che succederà dipenderà dalle prossime due domeniche, ma sono convinto che arriveremo al terzo posto. Sarebbe coraggioso mandare via un allenatore che in tre anni raggiunge quello che ha raggiunto Allegri. Credo che il mister sia stato bravissimo a mantenere sempre la calma, anche nei momenti più difficili e poi riuscire a trasmettere questa serenità alla squadra”.

E ancora: “Il Milan può e deve confermarlo, ma al presidente, quello che gli passa per la mente è difficile farglielo cambiare… Seedorf allenatore? Sarei curioso di vederlo e prima o poi si siederà in panchina: se non al Milan quest’anno sarà in un’altra squadra fra due.