Coletta (ag. FIFA): “Montella pronto per il dopo Allegri. El Shaarawy spero che il Milan non lo venda”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

montella prontoA parlare, in esclusiva a IlSussidiario.net, è l’agente Fifa Fabio Coletta. Gli argomenti trattati sono stati molteplici, tra i più scottanti in questo periodo: il futuro di Massimiliano Allegri sulla panchina del Milan, la riconferma di Stephan El Shaarawy e il calciomercato. Per quanto riguarda la panchina rossonera, ci sarebbe Montella pronto per il dopo Allegri. Il tecnico livornese non godrebbe della stima del Presidente Silvio Berlusconi, che preferirebbe Vincenzo Montella per la panchina del suo Milan. Capitolo calciomercato: per la difesa riflettori puntati su Cristian Zapata e Davide Astori mentre per l’attacco su Alessio Cerci. Solo apprezzamenti per il Faraone nonostante il suo rendimento sia in nettissimo calo.

Allegri? Nutro ancora dei dubbi sulla sua riconferma, sono ancora sicuro che lascerà il Milan. Non ha mai avuto la stima del Presidente Berlusconi. Al suo posto sinceramente non vedrei bene Seedorf, sarebbe una grande scommessa per il Milan. Non dimentichiamoci che probabilmente dovrà affrontare i preliminari di Champions e non è mai molto facile superarli. Per il dopo Allegri vedrei molto bene Montella, è sicuramente il più adatto, ma non credo che la Fiorentina lo lasci andar via tranquillamente”.

Per quanto riguarda gli acquisti per la prossima stagione: “Se dovesse rimanere Allegri, potrebbe arrivare Astori del Cagliari. E’ un ottimo difensore che conosce gli schemi di gioco del tecnico rossonero. Credo che possa dare una grossa mano alla difesa soprattutto pensando ai dubbi legittimi che il Milan ha su Zapata. Il riscatto del colombiano potrebbe essere compromesso dal rendimento piuttosto altalenante del difensore: sicuramente non ha dato quanto richiesto. La società ha ancora qualche settimana per decidere come procedere. Cerci? Troppo discontinuo per ambire a giocare in una squadra di alto livello, non credo sia adatto per una squadra come il Milan”.

Su El Shaarawy: L’arrivo di Mario Balotelli ha influito negativamente sul rendimento del Faraone. Spero che il Milan non commetta l’errore che fece l’Inter quando cedette Balotelli in Inghilterra visto che su El Shaarawy ci sarebbe proprio il Manchester City”.