Sei qui: Home » Ipse dixit » CONFERENZA STAMPA/ Allegri: “Dobbiamo migliorare la fase difensiva. Le prossime partite saranno durissime…”

CONFERENZA STAMPA/ Allegri: “Dobbiamo migliorare la fase difensiva. Le prossime partite saranno durissime…”

allegri milan-napoli (spaziomilan)È un Massimiliano Allegri molto amareggiato quello che si presenta in conferenza stampa dopo la sconfitta casalinga contro il Napoli: “Abbiamo iniziato male, prima del gol avevamo subito due tre tiri. Sulla punizione abbiamo difeso male, dobbiamo migliorare abbiamo preso 7gol in 4 partite ma la colpa non è solo della difesa. Tecnicamente abbiamo fatto una partita migliore delle altre, concedendo poco al Napoli e da questo dobbiamo ripartire”.

Ancora una partenza lenta, ormai una triste abitudine per le squadre di Allegri:”Quest’anno abbiamo cambiato anche la preparazione in vista dei playoff di champions. Settembre non è un mese fortunato per me. Dobbiamo fare punti anche se le prossime due partite non saranno facili“. Sull’espulsione di Balotelli, che non è stato fermato da nessuno il mister ha le idee chiare: “Nessuno si può immaginare cosa ci sia nella testa degli altri, bisogna cercare di restare sereni, arrabbiati ma sereni. Gli attacchi isterici non servono a niente. Non so quante giornate gli daranno, io non ho visto niente, se gli è stato dato il secondo giallo sarà solo una giornata”.

Come con il Celtic Matri non è sembrato a suo agio con Balotelli mentre su Saponara si dovrà ancora aspettare: “Si Matri ha trovato poco la conclusione a differenza di Balotelli. Alessandro si è mosso bene e ha cercato di aprire la difesa come gli avevo chiesto. Saponara nell’ultima settimana si è allenato solo due volte e dall’8 luglio non l’ho mai visto. Arriva da un campionato di serie b, è un giovane che deve crescere e quando starà bene lo prenderò in considerazione”. Un Allegri che non si sente in discussione anche se accetta tutte le critiche che gli arriveranno: “Io sono il primo che si fa autocritica e quando mancano i risultati la responsabilità è spesso dell’allenatore. Però io guardo avanti e quando torneranno tutti gli infortunati sicuramente arriveranno altri risultati“.