C’è il veto di mister Seedorf: arriva Taarabt, ma Saponara resta qui

saponara 2 milan-fiorentina (Spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’arrivo di Adel Taarabt sembra aver scompaginato qualche gerarchia tra il blocco di giocatori chiamato a giocarsi i tre posti alle spalle della prima punta. Taarabt, soprannominato il Cristiano Ronaldo del Marocco, arriva in rossonero in prestito secco dal Queens Park Rangers. Dotato di tecnica sopraffina, velocità di gambe, continuamente alla ricerca della giocata ad effetto, è chiaro da dove nasca il paragone con l’illustre numero 7 del Real Madrid.

Tuttavia, tra le file rossonere, ci sarebbe anche quel Riccardo Saponara che tanto bene ha fatto all’esordio in campionato dal primo minuto, contro l’Inter, in uno dei momenti più difficili di questa stagione: l’ex Empoli ha mostrato personalità da vendere e tecnica da futuribile campione. Saponara, tormentato da continui problemi fisici che ne hanno impedito un utilizzo più frequente, sembrava potesse rischiare di lasciare momentaneamente Milanello ed essere girato, a sua volta, in prestito.

Ma chi ci guadagna? Siamo proprio certi che accogliendo Taarabt e lasciando partire Saponara, la dirigenza compia la mossa giusta? La professionalità dentro e fuori dal campo parrebbe propendere in favore del giocatore italiano, stando alle cronache che narrano di un Taarabt non proprio “angelico”. Quel che sembra certo è che, per ora, Clarence Seedorf abbia posto il veto sulla partenza del giocatore in comproprietà col Parma. Proprio il Parma, che un pensierino per questo inizio 2014 già lo aveva fatto.