Zigoni e Beretta: la coppia d’oro del Lecce, decisiva la rete di Beretta nella vittoria contro il Gubbio

Dopo la sconfitta in Champions League contro l’Atletico Madrid, il Milan era chiamato a riscattarsi in campionato contro la Sampdoria. Gli uomini di Seedorf hanno rispettato le aspettative e hanno sconfitto per 2-0 i blucerchiati grazie alle reti di Taarabt al 12° e Rami al 58°. Ora i rossoneri avranno una settimana per preparare nei dettagli la partita di San Siro contro la Juventus. Sarà una gara molto difficile, i bianconeri sono in testa al campionato e non vorranno certo perdere punti a Milano. Il Diavolo fatica molto contro le grandi e quindi i presupposti non sono certo positivi. La speranza è che il Milan possa giocare un buon match e provare a fare risultato, in fondo è una partita diversa delle altre e vincerà chi sarà più motivato. Lontano da Milano, come si saranno comportati i diavoli fuori sede?

Ecco nel dettaglio:

Paloschi, Alberto (Chievo) e  Boateng, Kingsley (Catania) – Il Chievo vince senza troppe fatiche in casa contro il Catania il “derby rossonero”. Paloschi contrapposto a Boateng, due attaccanti che hanno fatto la felicità delle giovanili rossonere. Decidono la partita le reti di Thèreau su rigore al 37° e di Rigoni al 68°, 2-0 il risultato finale. Paloschi ha giocato per tutti i novanta minuti dimostrando di essere uno degli attaccanti gialloblù più pericolosi mentre Boateng è subentrato a Castro al 71° per dare vivacità al reparto offensivo siciliano e provare a trovare il pareggio. Compito riuscito a metà, spesso pericoloso dalle parti di Agazzi ma non è riuscito a concretizzare nessuna azione da gol.

Vergara, Jherson (Parma) e Matri, Alessandro (Fiorentina) – Pareggio per 2-2 tra Parma e Fiorentina nel secondo “derby rossonero” di giornata. Passano in vantaggio i padroni di casa con Cassano al 39° ma il vantaggio dura solo due minuti. Cuadrado raccoglie un cross di Matri e pareggia il conto dei gol. Nel secondo tempo ritornano in vantaggio gli emiliani grazie al rigore di Amauri al 51° e quando la partita sembrava destinata a finire per 2-1, Fernandez all’85° riporta sul 2-2 il risultato. Matri, in ombra, è stato sostituito da Ilicic al 67° mentre Vergara non era tra i convocati di Mister Donadoni.

Salamon, Bartosz (Sampdoria) – Il giovane difensore polacco è rimasto in panchina per tutti i novanta minuti nella sfida persa in casa per 2-0 contro il Milan.

Niang, M’Baye (Montpellier) – Il Montpellier di Niang vince per 2-0 in casa contro l’Ajaccio. Apre le marcature Mounier al 55°, i corsi si riversano in attacco alla ricerca del pareggio e lasciano la difesa sguarnita. Cabella ne approfitta e raddoppia allo scadere. L’ex attaccante è stato sostituito da Camara al 70°, buona la prova dell’ex rossonero.

Nocerino, Antonio (West Ham) – Il West Ham vince per 3-1 in casa contro il Southampton. La rete di Yoshida dopo otto minuti di gioco illude gli ospiti che però vengono prima recuperati da Jarvis al 20° e poi superati da Cole al 23°. A questo punto i padroni di casa amministrano il vantaggio fino al 71° quando in contropiede Nolan porta gli Hammers sul 3-1. Nocerino è rimasto in panchina per tutto il match.

Didac, Vilà (Betis) – Il Betis di Didac Vilà perde in casa contro l’Athletic Bilbao per 2-0 grazie ai gol di Muniain su rigore al 34° e di Guillermo all’81°. L’ex terzino rossonero non ha sfigurato ma la crisi dei biancoverdi è sempre più profonda.

In serie B:

Ely, Rodrigo e Oduamadi, Nnamdi (Varese) – Pareggio in extremis per il Varese di Rodrigo Ely ed Oduamadi in casa contro l’Avellino, 1-1 il risultato finale. Aprono le marcature gli ospiti con Ciano al 56° e quando i campani pensavano di aver ormai vinto, un’autorete di Terracciano riporta il risultato in parità al 94°. Rodrigo Ely è sempre più leader del reparto arretrato lombardo mentre Oduamadi è già diventato insostituibile nell’attacco di Carmine Gautieri nonostante sia arrivato da meno di un mese. Il nigeriano è stato sostituito al Neto Pereira al 70°, avendo giocato poco nella prima parte di campionato non ha ancora il ritmo partita nelle gambe.

Fossati, Marco (Bari) – Il Bari vince di misura in casa contro il Pescara. Decide la rete al 75° di Joao Silva, la marcatura rompe l’iniziale equilibrio tra le due compagini: 1-0 il finale dal San Nicola. Fossati rientra tra i convocati e subentra a Romizi al 77°, dovrà impegnarsi per riconquistare il posto in squadra dopo il mese di stop.

Comi, Gianmario (Virtus Lanciano) – Pareggio a reti inviolate tra il Lanciano e il Latina. Comi si è reso spesso pericoloso dalle parti di Iacobucci senza però riuscire a portare in vantaggio i rossoneri, buona la prova del bomber.

Lora, Filippo (Cittadella) – Pareggio per 1-1 tra la Juve Stabia e il Cittadella dell’infortunato Lora. Al Menti di Castellammare passano in vantaggio i padroni di casa con Sowe al 59° e pareggiano i veneti con Scaglia al 79°. Una beffa per i campani che al 31° hanno sbagliato un rigore con Di Carmine.

Verdi, Simone (Empoli) – Vittoria esterna per l’Empoli di Verdi in casa del Padova. I toscani hanno meritato di vincere e l’1-0 sta stretto agli uomini di Sarri: decide la rete di Maccarone al 36°. L’ex trequartista rossonero è stato sostituito da Castiglia al 77°, buona la prova del numero 18 che è andato vicino al gol in un paio di occasioni. Bravo Nocchi a negargli la gioia della rete.

In Lega Pro Girone A e B:

Valoti, Mattia (Albinoleffe)  – L’Albinoleffe di Valoti vince in casa per 1-0 contro la Reggiana grazie alla rete di Cissè al 65°. L’ex attaccante rossonero si è mosso molto bene e avrebbe meritato sicuramente di segnare.

Ganz, Simone (Barletta) – Brutta sconfitta per il Barletta di Ganz in casa de L’Aquila, decidono la rete di De Sousa al terzo minuto e l’eurogol di Maltese al 34° per il 2-0 finale. L’attaccante del Barletta, D’Errico, sbaglia il calcio di rigore che avrebbe potuto riaprire la partita al 42°. Ganz è stato senza dubbio il migliore dei suoi, la speranza è che possa trovare presto la via del gol.

Zigoni, Gianmarco e Beretta, Giacomo (Lecce) – Vittoria convincente del Lecce di Lerda in trasferta contro il Gubbio, 1-2 il risultato finale. Aprono le danze gli ospiti con Abruzzese al 23°, raddoppia Beretta al 42° e accorciano le distanze un minuto dopo i padroni di casa con Malaccari. I giallorossi gestiscono il vantaggio durante tutto il secondo tempo, guadagnando così tre punti fondamentali per la classifica. Beretta è stato sostituito da Miccoli all’81° mentre Zigoni al 64° da Barraco. Ottima la prova della coppia offensiva salentina che si sta confermando come una delle rivelazioni dell’intera stagione di Lega Pro.

Henty, Ezekiel (Perugia) – Termina a reti inviolate l’incontro Perugia-Benevento. L’ex rossonero Henty è subentrato a Sini al 78°, troppo poco per dare una svolta alla partita.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy