A Napoli scocca l’ora di Essien

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dopo dieci giorni di lavoro e dedizione in quel di Milanello, potrebbe essere giunto finalmente il momento di scendere in campo per Michael Essien, la punta di diamante del mercato di riparazione del Milan. Il centrocampista ghanese pare, infatti, destinato ad una maglia da titolare nella sfida di sabato al San Paolo contro il Napoli di Rafa Benitez. Il tutto nell’ambito del cambio tattico che mister Clarence Seedorf sta studiando e provando durante gli allenamenti di questa settimana. Contro una squadra offensiva come quella partenopea, l’olandese sta pensando ad un centrocampo più folto nel quale l’ex Chelsea e Real Madrid andrebbe a rinforzare la diga a protezione del pacchetto arretrato.

Essien, infatti, dovrebbe formare il duo in mediana insieme a Nigel De Jong, con capitan Montolivo spostato sulla trequarti a discapito di uno tra Robinho e Keisuke Honda, con quest’ultimo “favorito” a partire dalla panchina. Un 4-2-3-1 più coperto, con l’ex Fiorentina che in fase di possesso arretrerà per giocare il pallone ed in quella passiva si posizionerà tra i due mastini per garantire copertura ai due centrali Rami e Mexes. Quantità e qualità, dunque, per stare più coperti nelle retrovie, pur senza disdegnare un gioco offensivo in grado di far male ad una squadra, quella di Benitez, spesso sbilanciata in avanti. Probabilmente anche una necessità, dato che l’appannamento di Honda e Robinho consiglia Seedorf a lasciarne uno dei due in panchina, sfruttando l’occasione per testare un nuovo modello di gioco.

Un test importante e veritiero, perciò, in vista del match di Champions contro l’Atletico Madrid, dove, data la squalifica di Montolivo e Muntari, sarà proprio la coppia Essien – De Jong a giostrare in mezzo al campo, nella speranza che questi match possano cementare l’intesa tra i due ed a rafforzare un reparto troppo spesso in balia degli avversari.