Laspada (ag. FIFA): “Essien? Se Mourinho al Chelsea non lo faceva giocare, ci sarà un motivo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ad analizzare i movimenti di calciomercato in ingresso e in uscita da Milano è Alberto Laspada. Ecco quanto dichiarato in esclusiva su ilsussidiario.net dall’agente FIFA:

Il Milan ha acquistato troppi giocatori di dubbio valore. Sono punti interrogativi, alcuni di loro ora non giocano nemmeno. Rami potrebbe essere l’esempio migliore: è un giocatore molto importante e fino a sei mesi fa era titolare in Spagna nel Valencia. In rossonero rischia addirittura di non giocare o di farlo con scarsa continuità. Nell’ultima gara pareggiata in casa contro il Torino ha segnato e ha dimostrato di poter ben figurare nel campionato italiano”.

L’agente FIFA prosegue: “Taarabt? E’ un giocatore che potrebbe fare la differenza ma Seedorf non può stare sereno perché non nell’ultimo campionato con il Fulham non ha fatto bene. Sinceramente neanche Essien mi convince, l’ho sempre ammirato ma se Mourinho non l’ha fatto giocare in questi ultimi anni c’è un motivo“.

In chiusura due parole su Poli e ancora di calciomercato: “Nel modulo di Seedorf, un giocatore come Poli potrebbe trovare poco spazio come regista. Per questo motivo temo che il centrocampista rossonero possa giocare poco. Nel mercato estivo, se fossi stato il Milan, avrei puntato su un costruttore di gioco. Il problema del Milan è sempre stato quello di non riuscire a costruire qualcosa di importante”.