Vedi Bologna e diventi… Pazzo!

Domani sera il Milan riceverà il Bologna a San Siro nell’anticipo della 24esima giornata di Serie A Tim. All’andata i rossoneri, allora allenati da Massimiliano Allegri, soffrirono tantissimo e riuscirono a pareggiare all’ultimo respiro dopo che allo scadere erano addirittura sotto per 3-1. Nella passata stagione, invece, contro gli emiliani ci furono due vittorie, sei punti e bottino pieno. Un 3-1 al Dall’Ara, nella seconda giornata, e 2-1 a gennaio al Meazza. Giampaolo Pazzini fu l’assoluto protagonista dei due match con il suo marchio su tutti e cinque i gol del Milan.

Una tripletta subito alla sua seconda apparizione in rossonero fece capire a tutti i tifosi rossoneri, che ancora erano scettici sull’operazione di mercato che portò il Pazzo al Milan e Cassano all’Inter, di poter contare su una punta di razza, uno che di mestiere sa fare tanti gol. Poi, arrivò il ritorno e l’attaccante di Pescia decise ancora una volta la gara contro i rossoblu con una doppietta nella ripresa. Di pregevole fattura fu soprattutto il suo secondo gol, con un tiro al volo dopo un sombrero ad un difensore avversario.

Ora, l’ex Sampdoria, si candida per una maglia da titolare contro la sua vittima preferita dell’annata scorsa. Clarence Seedorf, molto probabilmente, sceglierà ancora di schierare Mario Balotelli come terminale offensivo e, per il Pazzo, all’inizio ci dovrebbe essere la panchina. Lui, però, ha già dimostrato di essere un fattore determinante anche a partita in corso, subentrando dalla panchina. Opzione, però, che deve rappresentare solo un’arma in più, una risorsa da dosare e non da dimenticare. L’apporto del Pazzo potrà diventare fondamentale in questi giorni e le sue qualità, da vero attaccante d’area di rigore, potrebbero rivelarsi decisive anche e soprattutto in Champions contro l’Atletico Madrid.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy