galli su galliani e il milan attuale: la rosa non è adatta al gioco

Galli: “Questa squadra ha ottenuto molto più di quello che meritava, ora Seedorf…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Le parole che Silvio Berlusconi ha rilasciato all’Ansa su Seedorf e sulla rosa attuale del Milan hanno scatenato una serie di opinioni e commenti da parte di ex-giocatori rossoneri.

Giovanni Galli, storico portiere del Milan, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Tuttomercatoweb.com: “Solitamente prima si concretizza un’idea di come far giocare una squadra e poi si prendono giocatori adatti a quel credo. Non so cosa si avvenuto con Allegri, ma a gennaio si è cercato di fare qualcosa consapevoli però di non poter stravolgere la squadra. Vista la conferma, per il futuro, Seedorf dovrà dare le linee guida alla società per trovare i giocatori adatti alle esigenze tecniche. Non ci sono altre strade. Il calcio è cambiato, tutti fanno fatica a spendere milioni di euro in un momento di crisi economica generalizzata. Le prime scelte vanno in altri campionati e a noi tocca il resto. Bisogna prendere i giovani in anticipo con una rete di osservatori che anticipino gli altri club“.

Riguardo alla dichiarazione di Berlusconi sul fatto che la squadra sia stata costruita male, Galli dice: “Personalmente non ho idea di chi l’abbia costruita. C’erano Galliani, Braida e Allegri. Ovviamente di fronte a due giocatori simili spetta a Galliani scegliere il primo o il secondo. Di sicuro Galliani rimane uno dei migliori dirigenti italiani“.

Infine l’ex portierone rossonero dà un giudizio alla probabile conferma di Seedorf come allenatore del Milan l’anno prossimo: “Ci possono essere tante letture. E’ possibile anche che il presidente abbia sopravvalutato la squadra, pensando che potesse reggere per più anni e quindi chiamare Seedorf a gennaio sarebbe servito per anticipare di sei mesi l’inizio del suo lavoro. Probabilmente oggi sia Seedorf che la società si sono resi conto che questa squadra, in questi anni ha ottenuto molto di più di quanto meritasse. Questo Milan non è fra le prime quattro squadre italiane“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy