Inzaghi Allenatore - Pippo in pole se Seedorf fallisce

Corsport: Se Seedorf fallisce, c’è Inzaghi in pole per la panchina. Altrimenti Pippo…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’eliminazione dalla Champions, ed il modo in cui essa è avvenuta, e la mancata risalita in campionato, hanno fatto sorgere i primi malumori nei confronti di mister Clarence Seedorf, chiamato in queste ultime undici partite di campionato, a dare un senso ad una delle stagioni più buie della storia rossonera, centrando almeno la qualificazione alla prossima europa League. Il Corriere dello Sport in edicola oggi ha affermato che, nel caso (molto remoto a dire il vero) in cui Seedorf dovesse “far perdere la pazienza” al suo principale sostenitore, ossia Silvio Berlusconi, il prescelto per guidare i rossoneri nella prossima stagione sarà senza ombra di dubbio Pippo Inzaghi, che, fosse stato per Adriano Galliani, sarebbe stato il successore di Allegri.

Il quotidiano romano, poi, prova ad ipotizzare il futuro di SuperPippo nel momento in cui il suo ex compagno di squadra Seedorf dovesse restare sullo scranno di San Siro. L’ex attaccante potrebbe decidere di accettare la corte di una squadra di Serie A ed in questo senso sono fresche le voci di un interesse di Zamparini per il suo Palermo, destinato ad una scontata promozione nella massima serie dopo un anno di purgatorio in B. In tal caso, per Inzaghi sarebbe molto difficile dire di no, dopo che il Milan aveva bloccato il suo passaggio al Sassuolo per il post-Di Francesco, convincendolo a restare fino a fine stagione con la Primavera, campione del Viareggio ed in lotta per lo Scudetto. Le possibilità, dunque, che “Alta Tensione” lasci il Milan dopo tredici anni ci sono tutte…

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy