Fischi ma non fiaschi per Pazzini, decisivo senza gol

pazzini milan-torino (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Lo hanno fischiato dall’inizio della partita finché è stato sostituito al 74′, ma Giampaolo Pazzini ha dato un contributo importante alla vittoria del Milan sul Genoa. Il Luigi Ferraris era il suo stadio, ma la maglia non è mai stata rossoblù: il Pazzo giocava per la Samp, l’avversaria di sempre.

Per questo dalle gradinate del suo ex-stadio di casa sono arrivati solo fischi per l’attaccante rossonero, che ha vissuto la partita come un derby. E ci ha messo lo zampino, anche se non risulta sul tabellino finale. Infatti il primo gol di Taraabt è anche merito suo, del suo ottimo movimento a portar via il difensore. Poi Pazzini è scivolato e ha fortunatamente messo fuori tempo l’avversario, lasciando così spazio libero al compagno che ha insaccato con un tiro preciso alla destra di Perin.

L’11 rossonero arriva da una stagione non brillantissima, colpa soprattutto dell’infortunio della scorsa stagione che l’ha tenuto fuori dai campi troppo a lungo. Però da quando è rientrato sta lavorando duro per ritornare importante e prestazioni come quelle di ieri, anche senza gol, testimoniano che il Pazzo c’è e non vede l’ora di sentire i fischi del pubblico avversario. Fischi di paura, ovviamente.