La sinistra, corsia di sorpasso: Constant rimette la freccia

constant milan-bologna (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ha perso tante posizioni, Urby Emanuelson. Le prime, deludenti prestazioni offerte dall’olandese nel corso della gestione Seedorf hanno portato il tecnico a rivedere le sue gerarchie per quanto riguarda la fascia sinistra. E Kevin Constant, forse un po’ a sorpresa, si è ripreso quel ruolo di terzino tante volte suo con Max Allegri.

Spesso criticato per la sua inconsistenza tecnica, il numero 21 rossonero ha offerto, contro Lazio prima e contro Fiorentina poi, due prove senza sbavature, dense di quella sostanza che, ora come ora, costituisce già un buon presupposto per guadagnarsi una maglia da titolare. E l’assenza contro il Chievo? Niente scelta tecnica, era scattata la squalifica.

Nell’assetto anti Genoa appare ormai certa la sua riproposizione. Per lui, tra l’altro, la sfida avrà un sapore particolare e costituirà un motivo in più per far bene: l’avversario, infatti, sarà proprio quel Grifone che lo ha fatto conoscere e lo ha lanciato nel calcio che conta.