Kakà il peggiore affare della storia. Sui gradini più bassi del podio, altri due rossoneri

kaka milan-bologna (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

È Ricardo Kakà il peggiore affare della storia del calcio. A riferirlo è Futbol Finanzas, sito spagnolo che si occupa, tra le altre cose, anche di trasferimenti calcistici. La palma di miglior flop della storia, spetta a Ricky per la sua militanza al Real Madrid: il giocatore brasiliano venne acquistato dai blancos, nel 2009, che versarono nelle casse del Milan ben 65 milioni di euro, salvo poi rivendeloa zero, solo 5 anni dopo, sempre ai rossoneri. A completare il podio, ci sono altri due rossoneri: Zlatan Ibrahimovic e Andriy Shevechenko. Ibrahimovic venne acquistato dal Barcellona nel 2009, che versó 46 milioni di euro nelle casse dell’Inter più il cartellino di Samuel Eto’o,  salvo essere ceduto al Milan, un solo anno dopo, per “soli” 24 milioni. Sul gradino più basso del podio, troviamo Shevchenko: l’ucraino venne ceduto dal Milan al Chelsea per la cifra monstre di 46 milioni di euro, ma l’attaccante non riuscì mai a ripetere in blues le scintillanti prestazioni mostrate in rossonero, tanto che, soltanto due anni dopo, Sheva fece ritorno, senza successo, a Milanello in prestito gratuito.