Sei qui: Home » Copertina » Comproprietà, si entra nel vivo: ecco nomi coinvolti e mosse Milan

Comproprietà, si entra nel vivo: ecco nomi coinvolti e mosse Milan

Il Consiglio Federale della FIGC riunitosi a Roma la scorsa settimana, come molti di voi sapranno, ha deciso di abolire le comproprietà. Sin dalla prossima finestra di mercato, che inizierà tra un mese, non saranno più ammesse e quelle in vigore potranno essere prorogate al massimo di un altro anno, entro il giugno del 2015. Anche l’Italia, dunque, si adegua alla volontà della UEFA, aggiungendosi così a Francia ed Inghilterra. Inizia quindi una fase calda per capire in cui tutte le società si muoveranno.

Se ne potrà discutere fino al 20 giugno, quando le buste verranno aperte. Ecco in ordine alfabetico, la lista delle comproprietà più importanti del Milan:

Michelangelo Albertazzi tra Verona e Milan – Il difensore classe 1991 è lontano da Milano da un paio di anni. Dopo un’esperienza in Spagna nel Getafe e in Serie B nel Varese è approdato al Verona. Con i veneti ha giocato una stagione nella serie cadetta prima di affermarsi quest’anno in Serie A.

Luca Bertoni tra Carpi e Milan – Il centrocampista del Carpi quest’anno non è stato impiegato spesso in Serie B, non riuscendo a replicare la buona stagione giocata in Lega Pro con la maglia del Sud Tirol. Classe 1992 vanta una grande esperienza nelle giovanili rossonere.

Gianmario Comi tra Milan e Torino – L’attaccante ha vissuto metà stagione a Novara e l’altra a Lanciano. Poche reti per il bomber classe 1992 che non ha comunque sfigurato in Serie B. I tifosi granata lo reclamano a gran voce, che sia pronto per sostituire Immobile?

Stefano Gori tra Milan e Brescia – Il portiere della Primavera rossonera classe 1996 è arrivato dal Brescia lo scorso gennaio. Grandi prestazioni tra i pali che ha protetto con sicurezza e personalità. La permanenza a Milano è praticamente certa visto che è considerato il futuro della porta del Milan.

Filippo Lora tra Cittadella e Milan – Il fantasista classe 1993 del Cittadella è rimasto fermo ai box per quasi tutta la stagione, un brutto infortunio al ginocchio ne ha compromesso la carriera. Il numero dieci veneto ne è uscito alla grande, terminando il campionato alla grande.

Davide Pacifico tra Milan e Novara – Il difensore centrale della Primavera di Filippo Inzaghi è uno dei punti fermi delle giovanili rossonere. Classe 1994 ha un grande futuro davanti e lo ha dimostrato giocando un buon campionato.

Alberto Paloschi tra Chievo e Milan – Il bomber di Chiari piace molto al Milan e quest’anno ha dimostrato di essere pronto per tornare alla base. Classe 1990, in questa stagione ha messo a referto 15 reti tra Serie A e Coppa Italia con la maglia clivense.

LEGGI ANCHE:  Mancini sulla Serie A: "L'entusiasmo del Milan può durare, vi dico la vera forza di Leao"

Filippo Perucchini tra Lecce e Milan – Il portiere classe 1992 ha giocato a buon livello il campionato di Lega Pro con la maglia dei salentini. Dopo una prima parte di stagione sottotono, è diventato il portiere titolare della squadra di Franco Lerda.

Riccardo Piscitelli tra Benevento e Milan – Il portiere del Benevento ha collezionato solo tre presenze quest’anno in Lega Pro non riuscendo a replicare la stagione positiva giocata con la Carrarese. Classe 1993 avrà sicuramente l’opportunità di mettersi in mostra.

Andrea Poli tra Milan e Sampdoria – Il centrocampista classe 1989 ha giocato una stagione più che sufficiente. Ci si aspettava molto di più, ma forse non è stato impiegato a dovere: 37 presente e 2 reti con la maglia rossonera tra Serie, Champions League e Coppa Italia. Tanta grinta per il numero 16 rossonero, la speranza è che il prossimo anno rimanga al servizio del Milan.

Bartosz Salamon tra Sampdoria e Milan – Il difensore è partito da Milano con i migliori propositi, peccato che un infortunio ha minato la sua stagione. Il classe 1991 polacco ha messo a referto solo 3 presenze tra Serie A e Coppa Italia.

Riccardo Saponara tra Milan e Parma – Ci si aspettava tanto dall’ex giocatore dell’Empoli che però a Milano non ha trovato i giusti spazi per emergere. Solo sette presenze e nessuna rete. E’ sul piede di partenza sin da gennaio ma non è detto che Filippo Inzaghi voglia puntare su di lui.

Lorenzo Saporetti tra Milan e Cesena – Il difensore della Primavera di Filippo Inzaghi ha collezionato solo due presenze tra Youth League e Campionato. Vittima di un infortunio è stato lontano dai campi da gioco per svariati mesi.

Mattia Valoti tra Milan e Albinoleffe – Il bomber dell’Albinoleffe è rimasto lontano dai campi per la prima parte di stagione. Al suo rientro ha messo subito le cose in chiaro facendo la differenza nell’attacco bergamasco. Classe 1993, per lui 15 presenze e ben 7 reti.

Simone Verdi tra Torino e Milan – Il giocatore che attualmente milita nell’Empoli ha giocato una grande stagione. Partito in sordina è riuscito a fare la differenza nel centrocampo toscano. Tanto gioco e soprattutto 6 reti tra Serie B e Coppa Italia. Classe 1992 ha sicuramente tanti margini di miglioramento.