SM ESCLUSIVO/ Lodetti: “Inzaghi è determinato, ma va aiutato. Il mercato? Un mediano veloce…”

Giovanni “Giovannino” Lodetti è uno molto diplomatico per il bene del Milan. Ma i suoi concetti arrivano sempre al punto, forte di un’esperienza sul campo a dir poco invidiabile con dieci anni rossoneri sulle spalle. Oggi, in un’intervista esclusiva a SpazioMilan.it, sprona Filippo Inzaghi a dare il meglio di sè all’inizio della nuova avventura sulla panchina della Prima Squadra.

Giovanni, pensi che Inzaghi sia stata la scelta giusta?
“Inzaghi ha grinta e determinazione da vendere, ma andrà aiutato. E’ una scommessa, dopo aver dimostrato di saperci fare coi giovani ora è atteso da una prova difficilissima. Il suo pregio è quello di aver svestito i panni del campione per calarsi nel ruolo di allenatore”.

Anche Seedorf era una scommessa: cosa non dovrà sbagliare Inzaghi?
“Non so quello che abbia sbagliato Seedorf, ma so che Inzaghi è in grado di stabilire grande feeling con un ambiente che conosce benissimo”.

Parliamo di mercato: dopo Alex e Menez, qual è la priorità?
“Senz’altro un centrocampista veloce coi piedi buoni, sia per dare ritmo alla squadra, sia per sostituire Montolivo. Le carenze oggi sono soprattutto sulla mediana”.

Hai in mente un nome?
“Nessuno in particolare, ma resto molto ancorato all’idea di valorizzare il più possibile i giovani. E Inzaghi è tagliato per questo compito”.

Capitolo cessioni: sarà necessario tagliare un pezzo grosso come Balotelli o De Sciglio?
“Personalmente mi terrei tutta la vita De Sciglio e i nostri giovani. Su Balo non saprei: dev’essere messo in condizione di giocare meglio e lui deve mettersi sempre a disposizione del tecnico e della squadra”.

Il problema che abbiamo visto con Costa Rica ai Mondiali…
“Esatto, non ha fatto un brutta partita, ma non deve giocare da solo in attacco. Serve chi lo possa supportare e lasciarlo libero di spaziare su tutto il fronte”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy