Binho, i desideri dell’allenatore del Santos: “Lo riaccoglieremmo a braccia aperte, la nostra ciliegina”

robinho (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

I prossimi giorni possono essere quelli giusti per l’addio di Robinho. Lunedì l’agente dell’attaccante, Marisa Ramos, sarà a Milano per trattare la cessione con la dirigenza rossonera: difficile possa arrivare subito la fumata bianca, ma non impossibile.

Per il Milan, da tempo, Robinho non è più nei piani tecnici ed economici, nemmeno in quelli di Inzaghi. Dovrebbe mancare davvero poco per il passaggio del brasiliano all’Orlando, pronto a riabbracciare il suo amico Kakà dal 2015. L’America però per il momento può attendere, la priorità adesso è raggiungere una sistemazione per i prossimi sei mesi. L’unica vera soluzione si chiama Brasile, Santos per la precisione. I bianconeri sono prepotentemente tornati sul giocatore e hanno già contattato la squadra della Florida per trovare un’intesa sul prestito, soprattutto sull’ingaggio.

Le sensazioni sono buone, in più da registrare ci sono le parole dell’allenatore del Santos, Oswaldo de Oliveira, riferite direttamente dal sito Lancenet.com.br: “Robinho? Lo riaccoglieremmo a braccia aperte, sarebbe la ciliegina sulla torta. Abbiamo bisogno di rinforzi, ma non ho informazioni precise sulla negoziazione“.