Tifare contro Abate per sperare nel Milan, lo strano caso di Criscito

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Le dinamiche di mercato non sempre seguono una logica, nascondendo al loro interno intrecci e retroscena suggestivi. E se Domenico Criscito deve sperare nella cessione di Abate per vestire la maglia del Milan, i conti tornano. E’ questo il riassunto proposto stamane da La Gazzetta dello Sport.

Senza l’addio dell’azzurro, ancora in vacanza dopo il Mondiale, il terzino dello Zenit non arriverà. Non solo, la difesa, anche senza Abate ed escluso Zaccardo, numericamente sarebbe piena fino all’orlo: nella sostanza, uno tra Zapata e Mexes è di troppo. O almeno questi sono gli incastri necessari da compiere se si vuole fare spazio al giocatore napoletano di 27 anni. I contatti con il suo agente Andrea D’Amico sono già iniziati, e proseguiranno, ma al momento la trattativa non è ancora entrata nel vivo. Nei prossimi giorni Galliani proverà a rimettersi in contatto con la Russia per regalare ad Inzaghi un nuovo terzino, possibilmente mancino. Ecco perché Vrsaljko è stato mollato.

Per Abate l’ipotesi Russia rimane concreta, ma con l’approdo di Allegri alla Juventus massima attenzione alla pista bianconera. I rossoneri chiedono 8 milioni di euro, Mino Raiola è al lavoro.