Pippo: lista ragionata e low cost

VILLA BANNER 2014
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Fabrizio Villa collabora con SpazioMilan.it da settembre 2011, dopo esser stato realizzatore nel 2010 per Sky Sport. E’ opinionista a “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel palinsesto pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

Si respira aria frizzante in questi giorni a Milanello. Mister Inzaghi è apparso carico e determinato sin dai primi istanti e non poteva esser altrimenti, conoscendo il personaggio. Diverse le regole già comunicate e chissà quali altre imposizioni ancora da ratificare. Grande voglia di far bene, di farsi rispettare per rendere nuovamente rispettabile il Milan stesso. Parole e poco altro fin d’ora, per un professionista che conosce il fatto suo e che freme per imporsi in un ruolo nuovo, che sente tuttavia già cucito addosso.

Pippo è sempre stato motivatore, in primis di sé stesso. E’ sempre stato Super, ma purtroppo per noi, mago ancora non è; pertanto è meraviglioso sentirgli pronunciare frasi del tipo “chi non lotta, non gioca nel mio Milan“, ma è evidente che oltre alla lotta, servirà molto di più. Servirà un modulo condiviso dai giocatori, un atteggiamento propositivo da parte di tutti e sopratutto un’idea di gioco ben definita da perseguire con pazienza.

Tutto questo va costruito da subito. E’ importante da questo punto di vista aver già integrato calciatori come Menez, Alex e Rami, interpreti che possono esser decisivi per la prossima stagione. E’ utile averli in gruppo fin dalle prime battute perché acquisire elementi nuovi ad inizio ritiro è certamente più proficuo e redditizio che non aggregarli all’ultimo istante, non conoscendone nemmeno il grado di preparazione atletica.

Ben vengano anche i rumor degli ultimi giorni, anche se un po’ in controtendenza rispetto alle sirene che indicavano in orbita rossonera, Cerci, Lavezzi e Iturbe. Da sabato infatti le voci più insistenti riguardano Criscito, Romulo e Taarabt; nomi meno altisonanti ma forse più realistici e funzionali al nuovo progetto. Per il terzino sinistro (finalmente!) si studia un scambio con Abate, per l’esterno oriundo i contatti proseguiranno quest’oggi per trovare la giusta formula, mentre per il fantasista del QPR ad oggi la strada risulta tortuosa ma non impossibile.

Ciò che conta in ogni caso, è che tutti i nuovi siano prospetti espressamente richiesti dall’allenatore, altrimenti anche un supereroe come Pippo non potrà fare miracoli.

Twitter: @fabryvilla84