10 gol in 3 partite: Inzaghi preoccupato dalla difesa

Inzaghi (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

E’ la fase difensiva il primo vero grattacapo di Filippo Inzaghi. A preoccupare il tecnico del Milan è stata proprio la facilità con cui Olympiacos e Manchester City, prima, e Liverpool, dopo, hanno trovato la porta rossonera nelle gare della Guinness Cup. E’ vero che c’era un divario nella preparazione fisica, ma l’imbarazzante poker subito in quindici minuti contro il City ha messo in allarme Superpippo. Ecco perchè urgono rinforzi, mirati a colmare il gap che sembra esserci tra le prime scelte e le cosiddette seconde linee. Inzaghi si è assunto le responsabilità anche nell’interpretare l’erro­re di Es­sien in occasione del primo gol del Liverpool: “Sono io che chie­do di por­ta­re palla e pro­va­re a gio­car­la. Siamo il Milan, non pos­sia­mo ri­nun­cia­re a gio­ca­re”. Ma la preoccupazione c’è e si fa sempre più forte anche in mediana con Cristante, Saponara e Poli all’eterna ricerca di una soluzione continua. Con l’ulteriore incognita relativa alla porta: Abbiati è ok, ma ha 37 anni, Agazzi non sta convincendo, Gabriel sembra ancora acerbo.