Potente e decisivo: è Jackson Martinez l’alternativa a Balotelli. Ma rimane il nodo-clausola

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Come sempre, dovevamo aspettare gli ultimi giorni di agosto. Il terremoto in casa Milan è arrivato e ha travolto un grande colpevole dell’ultima fallimentare stagione: Mario Balotelli. Lui che aveva sempre sognato di indossare la casacca rossonera, lui tanto decisivo quanto irritante, lui sempre ai limite degli schemi. Ma la Premier League, dopo l’esperienza al Manchester City, ha ribussato a casa Raiola e allora ecco che il procuratore si è già mosso: 20 milioni al Milan, 6 al giocatore. Tutto fatto, o quasi. Manca solo il nuovo attaccante rossonero.

Il nome ritornato di moda nelle ultime caldissime ore è quello di Jackson Martinez. Il colombiano è un pallino di Galliani, che durante la presentazione della squadra a Casa Milan a luglio, a microfoni spenti, aveva conferemato di avere un debole per il centravanti del Porto. Ecco, al momento è proprio la squadra portoghese il problema. Andare a trattare con la boutique di Jorge Nuno Pinto da Costa, il presidente dei Dragones, non è mai facile. Fatto il prezzo, non si scende. Chiedere al Manchester City che per Mangala ha dovuto tirar fuori tutti i 40 milioni richiesti dal Porto. E la clusola rescissoria di Martinez, sceda da 40 a 35 milioni dopo il rinnovo fino al 2017 firmato nel primi di agosto, rimane il nodo più grande da affrontare.

Ma l’arrivo in casa Porto di un altro attaccante, Vincent Aboubakar, 22enne proveniente dal Lorient, spinge sempre di più Jackson Martinez verso il Milan. Il colombiano rimane nei pensieri di Galliani, che nelle ultime settimane stava già meditando l’operazione. Ma anche stavolta, caro Adriano, ci hai stupiti per l’ennesima volta.