Vieira: “Tavecchio presidente della Figc, che vergogna”

Vieira
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’elezione di Carlo Tavecchio a nuovo presidente delle Figc non è stata accolta da tutti con gli stessi applausi dell’assemblea elettiva. Assemblea che pur dando la maggioranza dei voti al numero uno della lega dilettanti ha avuto bisogno di due fumate nere prima di raggiungere il quorum necessario affinché il voto fosse valido.

“Non riesco a credere che Tavecchio sia stato eletto presidente dopo i commenti che ha fatto. Questo, secondo me, dimostra quanto siano lontani i dirigenti italiani dai temi della discriminazione. 63.63% dei votanti ha ammesso che non combattono e non combatteranno contro il razzismo. Ho giocato in Italia per anni e conosco le tematiche”. Le parole di Patrick Vieira, ex giocatore di Juve, Milan e Inter, scritte a caldo sul suo profilo Twitter esprimono senza mezzi termini lo sconcerto di chi ci osserva e vede ancora una volta come l’Italia e il calcio italiano abbia perso un’occasione. Le frase di Tavecchio sui giocatori extracomunitari “mangia banane” ha creato un semplice polverone, ma nei fatti non è cambiato nulla.

“Se un uomo inglese avesse fatto un commento del genere, politicamente, sarebbe stato escluso – ha poi proseguito Vieira questa decisione appartiene al mondo del calcio, ma penso che sia qualcosa di più grande del calcio. Dovrebbe fare vedere all’intero paese italiano che tipo di messaggio sta mandando sul razzismo. Non posso credere che rappresenterà le alte cariche del calcio italiano. Che vergogna”.