Acerbi: “Con la malattia sono maturato, ora non avrei fallito al Milan”

Dopo la vittoria nel derby emiliano contro il Parma, Francesco Acerbi è stato intervistato in esclusiva da La Gazzetta dello Sport. Il difensore del Sassuolo, con un breve passato al Milan, ha sconfitto per la seconda volta il cancro ed è tornato in campo nelle prime giornate di questo campionato. Acerbi ha anche segnato nella partita contro il Parma, ecco le sue parole:

“Ad un certo punto, durante la chemioterapia, non volevo parlare più con nessuno. Ho ripreso a correre contro il parere dei medici e mi sono rilassato. Negli ultimi due anni è andato tutto storto, anche per colpa mia. Il campo mi ha dato la forza di superare il mio dolore e tutte le paure. Lo scorso gennaio ero distrutto. Grazie alla mia famiglia e alle persone che mi sono state accanto, ho superato il momento peggiore”.

Il difensore prosegue: “Sono cambiato molto rispetto al passato. Sono maturato e con la mentalità che ho adesso, non avrei mai fallito al Milan. Ho l’ambizione personale di tornare a giocare in Nazionale, ma il regalo più grande è già arrivato. Non so dove posso arrivare adesso. So solo che quando smetterò di giocare a calcio, farò l’allenatore”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy