Cambia il pronostico per il derby?

L’ultima settimana annuale di sosta per gli impegni delle nazionali è tutta incentrata, in casa Milan, sull’attesa per il derby di domenica prossima, un match che, dopo l’esonero di Mazzarri e l’arrivo di Mancini sulla sponda nerazzurra, si prospetta più che mai incerto. Come abbiamo evidenziato in questi giorni, l’inizio del Mancini bis produrrà un doppio problema in casa Milan. Innanzitutto Inzaghi sarà costretto a rivedere le analisi sull’Inter degli ultimi tempi, dovendo stravolgere il lavoro precedentemente impostato per far fronte al 3-5-2 di Mazzarri. Secondo problema sarà l’impatto che il nuovo tecnico dei nerazzurri avrà su alcuni calciatori che finora hanno deluso, come Guarin, Vidic e, soprattutto, Kovacic. A quanto sembra, sarà il croato il fattore determinante della nuova Inter e l’elemento sul quale concentrarsi con grande attenzione. Il suo oppositore più naturale sembra essere De Jong, ma l’Olandese non è al massimo della condizione. IN RIBASSO.

E proprio la situazione infortunati è un altro fattore di grande preoccupazione in vista della stracittadina di domenica prossima. Se Montolivo è ormai recuperato (ma difficilmente partirà dall’inizio), proprio la situazione di De Jong sembra la più critica, con il mediano che è rientrato dal ritiro con la propria nazionale per un problema muscolare alla coscia. Molto difficile il suo recupero, così come quello di uno degli uomini più in forma di questo Milan di inizio stagione, Ignazio Abate, che non ha ancora recuperato dalla tendinopatia achilleo sinistra. Sembrano, invece, sulla via del recupero Muntari e Alex. Ancora un po’ incerta la situazione del ghanese, che per ora si è limitato al lavoro in palestra, ma potrebbe essere arruolabile per il derby. Probabile l’impiego di Alex, il cui problema muscolare al semimembranoso della coscia destra sembra essere recuperato quasi del tutto. Una situazione che, in ogni caso, non lascia per niente tranquillo lo staff tecnico, in vista di una dura settimana di lavoro. IN RIBASSO.

Settimana di sosta significa, anche per il nostro Borsino, analisi sui movimenti di mercato in vista non solo di gennaio, ma anche della sessione estiva. Al centro dei pensieri dei dirigenti rossoneri c’è stato, in questi giorni, soprattutto il reparto centrale del campo. L’ultimo nome accostato al Diavolo è una delle più belle sorprese di questo inizio campionato, il doriano Roberto Soriano, fresco di convocazione in Nazionale. Ma si tratta, al momento, di mere congetture, che, in ogni caso, non diverranno trattative prima della fine del campionato. Inzaghi, tuttavia, ha chiesto un centrocampista di qualità nell’immediato ed è per questo che la dirigenza si sta muovendo in vista della sessione di gennaio. Il nome nuovo è quello dello svizzero Granit Xhaka, 22enne del Borussia Monchengladbach. Ma il nome più caldo rimane quello di Suso Fernandez, che potrebbe arrivare già nel corso della sessione invernale, vista la partenza di Honda per la Coppa d’Asia. L’esterno destro del Liverpool ha già trovato l’accordo con il club di via Aldo Rossi, ma tutto dipenderà dai Reds. Nel caso l’affare saltasse, i dirigenti rossoneri sono pronti a dare l’assalto a Josip Ilicic della Fiorentina. Rimane viva anche la pista che porta a Illaramendi. Il centrocampista spagnolo, poco utilizzato nella stellare rosa del Real Madrid, sarebbe ben disposto ad andare via in prestito a gennaio e i Campioni d’Europa, grazie alla mediazione di Carlo Ancelotti, sarebbero propensi a mandarlo alla corte di Inzaghi. Negli scorsi giorni, Adriano Galliani ha avuto contatti con l’entourage del giocatore e perciò la stampa iberica è convinta che l’affare sia in dirittura d’arrivo. IN RIALZO.

Veniamo al settore giovanile, che, nonostante il turno di riposo della Primavera per gli impegni delle Nazionali, ha visto andare in scena alcune sfide di cartello. Come quella al vertice del campionato Berretti – Juniores tra i rossoneri di mister Nava e il Mantova, rispettivamente secondi e prima in classifica. Il match si è concluso sul punteggio di 2-2, dopo una gara equilibrata e piacevole, nonostante il diluvio, e con i rossoneri due volte in vantaggio e per due volte raggiunti. Con lo stesso punteggio si conclude anche la sfida dei Giovanissimi Nazionali contro il Cagliari. Partita dominata dai rossoneri, con i sardi che hanno realizzato entrambe le reti su calcio da fermo. Largo successo, invece, per i Giovanissimi 2001, che al Vismara hanno superato il Mantova con un secco 3-0. Ancora più rotonda è la vittoria degli Allievi Nazionali, che ne rifilano 6 al Verona. Cutrone grande protagonista grazie a una splendida tripletta. Partita chiusasi col punteggio di 6-2. IN RIALZO.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy