Super Menez, bene ElShaa. Giornata no per Honda

DIEGO LOPEZ 6 – Mai impegnato con le mani, abile coi piedi ad aiutare la squadra in impostazione.

BONERA 6 – Nell’insolito ruolo di terzino destro si comporta discretamente, spingendo più nel primo tempo che nella ripresa. Dietro l’errore domenica c’è sempre, ma stavolta limita i danni.

RAMI 6 – L’Udinese in attacco si è vista solo nel finale quando oramai la partita era in cassaforte, per il resto giornata di riposo per il francese.

MEXES 6 – Stramaccioni piazza Di Natale dalla sua parte sperando di metterlo in difficoltà in velocità, ma Totò non viene mai innescato e Mexes strappa la sufficienza.

ARMERO 6,5 – Prima da titolare in campionato con grande spirito di iniziativa per il colombiano. Spinge tanto (soprattutto nel primo tempo) e soffro poco in fase difensiva. Buona la prima.

VAN GINKEL 6 – L’unico tecnico nel centrocampo di Pippo deve fare tutto: impostare, lanciare i compagni e fare assist. Forse troppo per il giovane olandese, ma comunque una prova discreta.

Dall’89’ MONTOLIVO sv.

ESSIEN 6 – Inzaghi gli affida il compito di essere la diga davanti alla difesa per prevenire le ripartenze dell’Udinese e lui adempie ottimamente alle indicazione del tecnico. Si fa cacciare per il doppio giallo (discutibile) a metà ripresa e lascia la squadra in dieci nel momento del bisogno.

BONAVENTURA 6,5 – E’ sempre il più dinamico in mezzo al campo, abbina corsa a quantità e qualità. Una spanna sopra agli altri, anche se oggi a volte impreciso e frenetico.

HONDA 5,5 – Giornata no per il giapponese. Nel primo tempo fallisce due nitide occasioni davanti alla porta, nella ripresa non si vede fino al fallo del rigore. –

Dall’81’ POLI sv.

MENEZ 7,5 – Immarcabile. Il francese è una costante spina nel fianco della difesa dell’Udinese, sia quando gioca da falso nueve sia quando si mette in proprio. L’azione del secondo gol è una perla da vedere e rivedere.

Dall’80’ PAZZINI sv.

EL SHAARAWY 6,5 – Si innesca ad intermittenza, ma quando lo fa è devastante. Nel primo tempo le prova tutte sulla sinistra e crea sempre pericoli, nella ripresa si spegne come una candela senza cera.

ALL. FILIPPO INZAGHI 6,5 – Bene rispolverare Armero e fortunato sul rigore che ci ha permesso di sbloccare la gara sennò era dura.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy