Tra i 3 punti e il Silvio-show

Dopo la sconfitta nel derby, il Milan non stecca contro il Palermo. Passano in vantaggio i rossoneri con Bacca al 21°, pareggiano i rosanero con Hiljemark al 32°. Bonaventura segna un gran gol su punizione a cinque minuti dallo scadere del primo tempo, ma i siciliani trovano ancora il pari al 72°. L’illusione dura però tre minuti per la squadra di Giuseppe Iachini che va ancora sotto grazie alla seconda rete personale di Bacca che di testa realizza il 3-2 finale. Vittoria sofferta e poco meritata per la squadra di Sinisa Mihajlovic che torna ai tre punti, ma che mette in scena una performance a dir poco discutibile: fortunatamente il Palermo non riesce ad approfittare dei problemi dei rossoneri. La strada verso l’Europa League rimane lunga e tortuosa, che la prossima giornata contro l’Udinese riesca a regalare il bel gioco oltre ai tre punti? IN RIALZO

Dopo la partita contro il Palermo, direttamente dal ristorante Benso di Piazza Cavour nel centro di Milano, Silvio Berlusconi si apre ai giornalisti e si mostra soddisfatto della prestazione della sua squadra: “Ho visto un gioco elegante, un pressing grandioso. Abbiamo giocato da grande squadra, mi è piaciuto il possesso palla. Col possesso palla si moltiplicano le occasioni da gol, dobbiamo essere dei bravi giocolieri a far sparire il pallone. Mi piacerebbe costatarlo nel mio Milan, ma per ora non sono riuscito mai a vederlo. Bacca? Non riesco a paragonarlo a nessun giocatore del Milan, ha senso del gol ed è molto serio”. Altri elogi per Balotelli, Calabria e in generale alla squadra: “Penso che possiamo ambire ai grandi traguardi e alle posizioni di vertice”. Speriamo che il Presidente abbia ragione. IN RIALZO

Il dietrofront rossonero sulla costruzione del nuovo stadio al Portello annunciato da Silvio Berlusconi, rischia di portare con sé una penale salatissima da pagare. In settimana ci sarebbe stato un incontro segreto fra il numero uno rossonero e Benito Benedini, presidente di Fondazione Fiera, per evitare eventuali guerre legali riguardante il problema dello stadio. I protagonisti stanno ragionando sul da farsi per provare a risolvere nel migliore dei modi la vicenda e scoprire le possibili soluzioni positive: Benedini avrebbe proposto a Berlusconi di pagare simbolicamente soltanto un’annualità del contratto previsto per l’affitto dei terreni al Portello, ovvero circa 4 milioni di euro. Entro il 28 settembre è attesa la risposta, mentre il Diavolo ragiona sul rinnovamento di San Siro assieme alla dirigenza dell’Inter. E’ lo stesso Berlusconi a commentare la situazione: “Barbara ci è rimasta male per lo stadio, io sono innamorato di San Siro che sta diventando sempre più bello. La prima volta entrai con mio padre, ricordo che mi facevo piccolo piccolo per non pagare”. IN RIALZO

Sembrerebbe imminente la chiusura della trattativa per la cessione del 48% delle quote societarie del Milan a Bee Taechaubol. Il magnate thailandese e Silvio Berlusconi firmeranno a breve l’accordo mentre gli studi legali di Fininvest sono al lavoro per definire tutti i dettagli. Il fatidico giorno dovrebbe essere il primo ottobre, due giorni dopo il compleanno di Berlusconi. Il Presidente del Milan ha commentato con i giornalisti la situazione: “La chiusura è vicina, espanderemo il nostro marchio in Asia e in Cina. Ci saranno delle entrate importanti, avremo qualcosa in più di 100 milioni l’anno. La crisi della borsa cinese non ha rallentato la trattativa. Il primo obiettivo è che il Milan ritorni al vertice, il secondo è che il bilancio sia positivo”. IN RIALZO

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy