Honda: "Non capisco perché sto fuori, non ha senso dare la colpa ai giocatori. Milan, per cambiare la società deve spendere"

Honda: “Non capisco perché sto fuori, non ha senso dare la colpa ai giocatori. Milan, per cambiare la società deve spendere”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Non capisco perché sto fuori”. Così Keisuke Honda, dopo lo 0-4 del Milan contro il Napoli. Direttamente da San Siro, ai giornalisti giapponesi, il numero 10 rossonero ha ampiamente commentato il momento difficile, senza riservare parole pesanti.

Il problema è il club: “I problemi del Milan sono molto chiari – riporta La Gazzetta dello Sport, anche perché sono sempre gli stessi. Se non impariamo nulla da questa sconfitta, vuole dire che siamo molto lontani dalla ricostruzione del club. A giudicare dagli ultimi anni penso sia chiaro che non si possa far ripartire questo club se non investendo tanto denaro come fanno al PSG o al City. O fai così, oppure occorre riesaminare la struttura della società. Dirigenza, allenatore e tifosi devono rendersi conto della situazione”.

Squadra da difendere: “Non ha senso dare la colpa ai giocatori. Negli ultimi anni il Milan ha mandato in campo tanti uomini e quest’anno ha speso cento milioni, ci sono tanti nazionali, eppure come mai non riescono a rendere quando arrivano al Milan? Per cambiare questo club occorre cambiare totalmente i criteri di valutazione da parte di tutti: dirigenza, tecnico, tifosi e media. In caso contrario ci vorrebbero almeno 5-10 anni. So che riceverò critiche per queste parole, ma sono importanti per il futuro del club”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy