Che fine ha fatto Luiz Adriano?

Che fine ha fatto Luiz Adriano?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Scoppia un caso in casa Milan, e scusate il gioco di parole. Tra i tanti attaccanti rossoneri, tra chi è super confermato e chi sta lentamente recuperando al 100% la forma, c’è qualcuno che è finito ai margini delle scelte di Miahjlovic: stiamo parlando di Luiz Adriano. Il centravanti brasiliano è rientrato dalla triste trattativa con lo Jangsu Suning ma nonostante la costanza nell’allenamento non è riuscito a ritrovare neppure un minuto di gioco.

A dire la verità ci si aspettava un nuovo assalto da qualche compagine cinese, ma ora che anche il mercato nel campionato asiatico è terminato Luiz Adriano resterà in rossonero almeno fino a quest’estate. Si dovrà reinserire e ricollocare in uno schieramento che non lo vede potenzialmente partire dietro a nessuno. Vero è che Mbaye Niang ha ormai preso in queste ultime giornate un vantaggio consistente nelle preferenze dell’allenatore e per il brasiliano sarà difficile riconquistare la titolarità. Ancor di più dal momento che il recupero di Balotelli e di Menez è giunto allo stadio finale e si presentano in panchina come alternative valide.

Per Mihajlovic ora si presenta una situazione ideale: dall’avere una scelta limitata di due, al massimo tre, giocatori da schierare là davanti, a un parco attaccanti completo di sei punte con caratteristiche differenti da far ruotare in base alle necessità che partita dopo partita si presenteranno. Starà, poi, a Luiz Adriano provare a convincere il tecnico della bontà delle sue qualità: il fisico e il fiuto per il gol ha già dimostrato di averlo, e, perché no, potrebbe ancora una volta tornare utile alla causa milanista.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy