L’attacco del Milan ripartirà da Bacca, forse Niang. Sempre con un occhio al bilancio

A poche ore dalla delicatissima sfida di San Siro contro la Lazio, il calcio giocato lascerà spazio per qualche riga a quello scritto. Nonostante manchino diversi mesi all’apertura della sessione estiva di calciomercato, facciamo i conti in tasca al Milan soprattutto dopo la notizia circolata nelle ultime ore di un bilancio ancora in rosso di circa 90 milioni di euro. Ci concentriamo soprattutto sull’attacco, forse l’unico reparto milanista che potrà aiutare concretamente a sistemare i conti rossoneri. L’unico praticamente certo di restare è Carlos Bacca che è molto stimato da diversi club europei, ma che è considerato incedibile da tutta la dirigenza del Diavolo. Non può essere altrimenti dopo i 15 gol segnati in 33 presenze messe a referto tra Serie A e Coppa Italia.

bacca niang 2 milan-genoa (spaziomilan)I primi dubbi cominciano a sorgere parlando invece di Niang che in questa stagione ha segnato tanto, ma ha giocato troppo poco per via degli infortuni e dell’incidente automobilistico subito dopo la gara contro il Torino. Soprattutto quest’ultimo intoppo potrebbe avere compromesso il suo futuro in rossonero, ma per lo stesso motivo la lista degli estimatori sarebbe diminuita rispetto alla sessione invernale di calciomercato. L’attaccante francese è un patrimonio del Milan vista la giovane età e i notevoli margini di miglioramento: per lui otto gol e cinque assist in sole 20 gare giocate tra campionato e coppa nazionale, ma se dovesse partire Sinisa Mihajlovic le speranze di rimanere potrebbero ridursi sensibilmente. Per gli amanti dei numeri, se parlassimo in percentuali, il 19 milanista ha il 75% delle possibilità di restare.

Le percentuali di rimanere al Milano passano al 50% parlando invece di Luiz Adriano e Menez che hanno tanti estimatori e potrebbero essere ceduti per fare cassa. Il Diavolo potrebbe monetizzare le loro cessioni e in parte appianare il buco nel bilancio. Il francese avrebbe ricevuto diverse proposte dalla Cina, così come il brasiliano. La sensazione però è che quest’ultimo non voglia dare fiducia a nessun club asiatico dopo il fallimento della trattativa dello scorso gennaio, ma sarebbe fortemente attratto dalla Major League Soccer americana. Il calciomercato USA si chiuderà a fine maggio, quindi tutto è possibile. C’è chi parla di una cessione ancor prima del termine del campionato, ma nel frattempo dovrà mostrare il suo valore nelle prossime gare di Serie A. Sarà lui il partner di Bacca sin dalla sfida contro la Lazio.

Chi non ha assolutamente chance di rimanere a Milano sono Balotelli e Boateng che, in scadenza di contratto, non hanno dimostrato di meritare la maglia del Milan. Lo sorprese però sono dietro l’angolo in casa rossonera, partendo proprio dal loro ingaggio inaspettato: sono entrambi nelle grazie di Silvio Berlusconi e ci sarebbe da aspettarsi di tutto. Ora la parola passa al campo, sarà importante fare bene nelle prossime gare per provare a risalire la classifica e soprattutto per mantenere le distanze dalle squadre inseguitrici. La Champions League è ormai irraggiungibile, ma l’Europa League è ad un passo. L’obiettivo principale del Milan sarà la Coppa Italia, provando poi a limitare i danni in campionato. Detto ciò, ora spetterà agli stessi attaccanti dimostrare di meritare la maglia del Diavolo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy