Il Milan pareggia contro la Lazio, la Primavera agli ottavi del Viareggio. Il closing resta in sospeso

Il Milan crea ma non incide, ormai sembra una costante della squadra di Sinisa Mihajlovic: a San Siro contro la Lazio finisce solo 1-1, nonostante a tratti si sia visto un buon calcio. I rossoneri sono passati in svantaggio grazie alla rete di Parolo all’ottavo minuto di gioco, ma pareggiano con Bacca al 15°. L’attaccante colombiano, in occasione della rete, è stato perfettamente supportato da Luiz Adriano. Dopo il pareggio, la gara è proseguita su binari abbastanza lenti con pochi squilli da entrambe le parti. Nella ripresa il Milan tenta più volte di costruire azioni pericolose, ma manca sempre lo spunto decisivo sotto porta. Nel finale la Lazio è in dieci per espulsione di Lulic, ma i rossoneri sono troppo stanchi per approfittare della superiorità numerica. Il Diavolo ha perso una grande occasione per recuperare punti su squadre come Fiorentina, Inter e Sassuolo, tutte fermate sul pari dagli avversari. IN RIBASSO

Nella scorsa settimana è iniziato il Torneo di Viareggio riservato alla categoria Primavera e il Milan di Cristian Brocchi è partito molto bene battendo l’Ascoli per 4-1. Dopo aver subito la rete degli avversari, i rossoneri hanno rialzato la testa e trovato il pareggio al 39° con Gamarra su calcio di rigore. Nella ripresa sono saliti poi in cattedra e hanno dilagato segnando con La Ferrara al 48°, con Crociata al 73° e con Casiraghi all’80°. Le seconda partita affrontata dal Milan non è andata come tutti speravano, complicando la strada verso la finale. I baby milanisti, nonostante abbiano giocato molto meglio, hanno perso per 2-0 contro il Cagliari. Nella terza gara i rossoneri erano contrapposti all’Ujana, una gara determinante per il passaggio agli ottavi di finale. I rossoneri sono entrati con l’approccio giusto, portandosi sul 2-0 grazie alle reti di Casiraghi al 40° e Mastalli al 52°. Il calo nel finale ha permesso agli avversi di accorciare le distanze prima e pareggiare poi. Il punto conquistato grazie al 2-2 finale è comunque bastato per qualificare la squadra di Brocchi come seconda dopo i congolesi. Ora il Diavolo tornerà in campo mercoledì contro la Juventus, chi perde tornerà a casa. IN RIALZO

La cessione delle quote societarie rossonere rimane sempre in sospeso. Il problema insormontabile sembrerebbe essere la gestione del Milan, ovvero chi prenderà le decisioni. Se Silvio Berlusconi vorrà continuare a mantenere il comando, difficilmente troverà un socio disposto soltanto a collaborare senza prendere decisioni strategiche. A questo punto toccherebbe ancora a Fininvest rilanciare e soprattutto finanziare il club che si è rivelato un pozzo senza fondo in questo ramo d’azienda. La trattativa con Mr. Bee sembra essere in bilico nonostante filtri dell’ottimismo in merito, ma ricordiamo che la scorsa estate la scommessa sul broker di Bangkok aveva fatto sborsare 90 milioni per la campagna acquisti. La stessa cifra che oggi corrisponde al profondo passivo del bilancio rossonero e per questo motivo a gennaio il Diavolo sarebbe rimasto a guardare durante l’ultima sessione di calciomercato. IN SOSPESO

Nel però frattempo però, Berlusconi avrebbe incontrato altri potenziali acquirenti. Esistono da tempo colloqui preliminari con potenziali soci proveniente da Cina e USA, i quali valutano la società un miliardo di euro: le possibile offerte dovrebbero quindi aggirarsi sulle cifre già proposte da Bee Taechaubol. La holding della famiglia non ha certo l’obbligo di vendere, ma restano soprattutto due nodi da sciogliere: l’opportunità di continuare ad investire su una società in costante perdita e la volontà generale del Presidente su cosa fare del Diavolo. Il broker di Bangkok rimane comunque il socio ideale, disposto a pagare 480 milioni per il 48% e concentrandosi soprattutto sullo sviluppo del brand in Asia e la sua annessa collocazione in Borsa. Però le fondamenta del castello si sono dimostrate fragili e adesso, dopo rinvii su rinvii, si è arrivati alla dead-line di fine campionato. Da lì dipenderà la prossima stagione. IN RIALZO

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy