Inter: Icardi e Handanovic certezze, male i laterali difensivi

Inter: Icardi e Handanovic certezze, male i laterali difensivi


Domenica sera, in occasione del posticipo della tredicesima giornata di Serie A, il Milan di Vincenzo Montella scenderà in campo nel derby della Madonnina. L’Inter si presenta alla stracittadina dopo avere sostituito Frank De Boer con Stefano Pioli e dopo avere raccolto, nei primi dodici turni, soltanto diciannove punti. Tuttavia, i nerazzurri possono contare su un organico forte e competitivo che, qualora venisse ben disposto in campo, potrebbe presto scalare la classifica e recuperare il terreno fin qui perso.

Punti di forza: Handanovic e Icardi; il potenziale dell’organico.
In questo inizio di stagione, eccezion fatta per la gara interna contro il Cagliari, i due interisti più convincenti e continui nel rendimento sono stati Samir Handanovic, che ha spesso messo in scena interventi straordinari, e Mauro Icardi, centravanti prolifico e pericoloso che, nell’annata in corso, malgrado il deludente rendimento della maggior parte dei compagni di squadra, tra Serie A ed Europa League, è stato in grado di firmare undici gol in sedici presenze. Ma non finisce qui. Sulla carta, la compagine allenata da Pioli presenta un centrocampo capace di garantire solidità, interdizione, forza fisica, dinamismo e inserimenti e due ali, Perisic e Candreva, capaci di fornire quantità e incursioni pericolose. Il tutto mentre Miranda, al centro della difesa, è sempre capace di fornire esperienza e senso del gioco.

Punti deboli: i laterali di difesa; Murillo.
Sulle fasce, soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva, l’Inter presenta lacune non indifferenti. Mentre Ansaldi fatica ad adattarsi alla retroguardia a quattro e manifesta problemi in entrambe la fasi, tanto da spingere in maniera poco precisa e da non coprire a dovere, D’Ambrosio continua a non convincere, a proiettarsi in avanti in maniera sporadica e anemica, a commettere errori ingenui e a concedere spazi a più riprese. Meglio non fanno i laterali di ricambio, Santon e Nagatomo, che stanno attraversando un pessimo periodo di forma, sono soliti soffrire l’intraprendenza di qualsiasi dirimpettaio e non riescono a rendersi utili. Ma non finisce qui. Pur essendo ben guidato da Miranda, al centro della difesa, Murillo non assicura stabilità a lungo termine, usa spesso male la propria forza fisica, fatica a rimanere lucido e concentrato e non sempre comprende al meglio lo sviluppo delle azioni.

Giocatore chiave: Joao Mario.
Il derby dell’Inter potrebbe essere deciso dall’impatto che Joao Mario avrà sull’incontro. L’interno portoghese dispone di tecnica e mobilità, sa muoversi bene tra le linee e fornire palloni interessanti. Ciononostante, non ha mai disputato una stracittadina. Ecco allora che, qualora entrasse bene in partita, rappresenterebbe l’arma in più a disposizione di Pioli. In caso contrario, in mediana, il Milan potrebbe respirare e avere spesso la meglio.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy