Bertolacci, il suo rientro è positivo: mezzala e playmaker, Montella ha (ri)trovato un tuttofare

L’etichetta di Mr 20 milioni è ancora attaccata alla sua maglia numero 91, ma Andrea Bertolacci promette rivalsa, anche se in realtà è lui a chiederla a questo 2017 che sta per cominciare. Praticamente a fine 2016, il centrocampista si è ripreso la maglia da titolare al Milan, visto che Montella lo schierato dal primo minuto all’Olimpico contro la Roma. Con i giallorossi è stato tra i migliori in campo, e il sabato successivo, con l’Atalanta, ha replicato la buona prestazione, confermandosi il suo ottimo momento di forma.

Anche a Doha, nella partita fin qui più importante della stagione, Bertolacci ha fatto il suo: ha giocato 120 minuti, prima come mezzala e poi come playmaker al cambio di Locatelli. Sacrificio, lotta e buone manovre in fase di interdizione, Bertolacci ha convinto mister Montella e anche molti scettici. Grazie a lui, il tecnico rossonero può avere a disposizione una soluzione di gioco in più, anche come vice-Locatelli (unica alternativa a Montolivo).

LEGGI ANCHE:  De Grandis avvisa Pioli: "Messias a centrocampo va bene solo in un caso", poi frecciata a Leao

Un tuttofare, Bertolacci, che spera di essere solo all’inizio della sua rivincita. Il suo primo anno al Milan è da dimenticare, ma questo è un buon inizio per ricominciare, no?

Sei qui: Home » Copertina » Bertolacci, il suo rientro è positivo: mezzala e playmaker, Montella ha (ri)trovato un tuttofare