TS, le nuove norme dello stato cinese alla base dei continui rinvii del closing: il punto

TS, le nuove norme dello stato cinese alla base dei continui rinvii del closing: il punto

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Le nuove leggi dello Stato cinese non facilitano l’investimento all’estero. Sarebbe questo, secondo Sino Europe-Sports, il motivo dello slittamento del closing dal 13 dicembre al 3 marzo. Ottenere l’autorizzazioni per esportare dei capitali all’estero non è facile. Lo ha ribadito l’agenzia di Stato Xinhua giorni fa.

Anche se, come dichiarato, questa vigilanza pubblica non riguarda tutti i settori: “La direzione delle riforme economiche non cambia – spiegano le autorità pubbliche di Pechino – noi continuiamo a incoraggiare le nostre imprese a partecipare alla competizione economica internazionale e all’integrazione con l’industria globale

Le norme invece sono mutate rispetto ad alcuni settori specifici, lo sport è uno di questi, dove la vigilanza pubblica presta una “particolare attenzione“. Questa vicenda, secondo quanto scrive il Tuttosport, spiegherebbe i continui rinvii in cui si è imbattuta la cordata di Yonghong Li. Il Milan ha avuto la sfortuna di trovarsi in mezzo ad una nuova politica varata dal governo di Pochino, ragione per la quale i cinesi avranno due mesi e mezzo per dimostrato al governo cinese che l’investimento di Sino Europe-Sports ha elementi di solidità superiori a quelli del rischio.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy