Tuttosport: Niang, la pazienza di Montella è finita. Ombre sul futuro del francese

Tuttosport: Niang, la pazienza di Montella è finita. Ombre sul futuro del francese

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Lunedì sera, nel posticipo Torino-Milan, è andata in scena l’ennesima prestazione sottotono di Mbaye Niang. Il giovane francese, scrive stamane Tuttosport, è passato da essere il giocatore a tratti devastante che spaccava le partite ad inizio stagione, al fornire prestazioni impalpabili, irritanti e irriconoscibili.

Vincenzo Montella, dopo aver lodato il suo attaccante oltre misura, inizia ad abbassare i toni: “Tante volte gli ho fatto i complimenti, adesso gliene faccio un po’ meno. Può e deve fare di più, si deve impegnare di più”.  Il tecnico rossonero ha sempre avuto un occhio di riguardo verso il giovane attaccante, fin dal suo arrivo a Milanello; anche dopo Milan-Cagliari Montella ha riservato carezze verbali verso il suo pupillo, esortando l’ambiente che circonda la squadra a coccolare di più il ragazzo piuttosto che punzecchiarlo. Adesso però, i bonus sono finiti e anche l’allenatore campano ha mostrato segni di resa, sintomo di una pazienza ormai in via di esaurimento.

Dalle insofferenze in campo agli scenari di calciomercato il passo è breve, e le ipotesi sul futuro del giocatore sono svariate: le voci di corridoio portano in Inghilterra, dove West Ham e Leicester sono i club più accreditati a piombare sul ragazzo. Offerte concrete a Casa Milan non sono arrivate, tuttavia difficilmente una società potrebbe investire su questo Niang i 15 milioni di euro richiesti dal Milan; per i rossoneri il calciatore resta comunque incedibile, dirigenti e staff tecnico del Diavolo sono convinti che il ragazzo abbia le giuste potenzialità per essere un campione assoluto.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy