Sei qui: Home » Copertina » Slitta la proroga, i cinesi vogliono raccogliere tutti i soldi. Closing: conferme sul 7 aprile

Slitta la proroga, i cinesi vogliono raccogliere tutti i soldi. Closing: conferme sul 7 aprile

La telenovela più seguita degli ultimi anni pare non voglia finire più. Ogni settimana, nuove puntate e nuovi colpi di scena vanno ad arricchire una trama ormai lunga e spesso complicata da comprendere. Sembrava si fosse ad un passo dall’arrivo della terza caparra, ed invece ecco spuntare l’ennesimo rinvio della vicenda. Yonghong Li, rimasto unico investitore, vuole aver la certezza di aver raccolto tutti i soldi prima di versare la terza caparra: investimento che, dovesse saltare la trattativa, andrebbe perso insieme ai 200 milioni precedenti. Lo riferisce questa mattina il Corriere della Sera, rivelando le motivazioni che hanno portato nuovamente ad un ritardo dell’operazione.

LEGGI ANCHE:  Rinnovo Tomori, terminato l'incontro tra gli agenti e il Milan: le ultime

La caparra è dunque attesa per la prossima settimana, con Fininvest che ha dato l’assenso ad attendere qualche giorno per concedere la proroga definitiva: la holding ha ricevuto importanti rassicurazioni da Yonghong Li, fornendo documentazione valida sulla propria solidità patrimoniale e sull’apporto di una serie di finanziatori.

Nonostante l’intoppo, nonostante il rinvio, la data del possibile closing resta comunque il 7 aprile: Fininvest sembra irremovibile, non volendo andare oltre la data prestabilita sia in caso di chiusura positiva o negativa. Altre settimane e poi i tifosi del Milan potranno conoscere la fine di questa telenovela.