Gattuso a Premium: “La Primavera non è un passo indietro. Ascolterò Montella, giocheremo allo stesso modo. Milan? Mercato importante, a Gigio dico di…”

coppa italia conferenza 2 gattuso (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Gennaro Gattuso, intervistato da Premium Sport, ha parlato della sua nuova avventura come allenatore della Primavera rossonera: “Sono molto soddisfatto, quando mi è stato proposto all’inizio ci ho pensato, ho parlato con Mirabelli e Fassone. Non è un passo indietro, secondo me è la scelta giusta, torno in una società gloriosa che vuole tornare ad essere grande. Spero di riuscire a trasmettere senso di appartenenza e farli migliorare. In questi due anni a Pisa di giovani ne abbiamo fatti crescere tanti, pensavo di non essere fatto per allenarli ma con queste esperienze mi sono convinto che si possono far migliorare i giovani, bisogna stare molto attenti alle parole ma mi sono dovuto ricredere su quello che pensavo”.

“La scelta è stata fatta perché sono tornato in un club che vuole tornare ad essere grande, mi è piaciuta molto la proposta di tornare ad allenare la Primavera, mi sono gasato. Organizzazione? Il responsabile è Filippo, io faccio l’allenatore della Primavera, a stretto contatto con la Prima Squadra perché bisogna giocare con lo stesso modulo ed avere la stessa identità. Ascolterò i consigli di Montella che è un tecnico molto preparato. Vengo da tre stagioni un po’ complicate, sia l’Ofi Creta che il Pisa non erano il massimo a livello societario, ma sono molto più sicuro ora, ho molta più conoscenza, ne esco più maturo, con una mentalità completamente diversa”.

Sulla chiamata del Milan: “Tre settimane fa ho ricevuto una chiamata da Mirabelli, me l’ha buttata là. Mi ha messo in difficoltà perché non me l’aspettavo, ci siamo incontrati 2-3 volte, poi ieri è uscita la notizia che ho firmato per il Milan. Non vedo l’ora di partire, ho tantissima voglia, bisogna pensare solo al presente e basta”.

“Mercato del Milan? Sicuramente la squadra verrà rafforzata, arriveranno nuovi acquisti, verrà fatto anche qualcosa sui giovani, spetta al dottore, a mister Montella, io penso al mio orticello, poi il resto vedremo. Il Milan vuole tornare grande e fare qualcosa di importante. Donnarumma? Gigio sa che può diventare una bandiera del Milan, in questo momento è ricercato. Ha vent’anni di carriera davanti, penso che farà la scelta migliore. Il consiglio è di restare al Milan e scrivere la storia, me lo auguro anche io. Morata? E’ un giocatore di grandissima classe, è un goleador, fa giocare bene la squadra, la butta dentro. E’ un giocatore interessante, se riesci a fargli indossare la maglia del Milan è un’operazione importante, secondo me il Milan ne farà tante di operazioni importanti”.