3 motivi per cui la stagione del Milan non è (ancora) compromessa