SM RELIVE/ Montella: “Domani partita bellissima da preparare e giocare, abbiamo le nostre armi. Calhanoglu in dubbio”

Montella Conferenza
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Archiviata la dolorosa sosta per le Nazionali, riprende il campionato e per il Milan c’è la sfida forse più proibitiva affrontata finora: la trasferta in casa del Napoli capolista. Come di consueto, mister Vincenzo Montella interviene da Milanello per la conferenza stampa della vigilia: seguitela con noi in diretta!

LA CONFERENZA DI MONTELLA IN PILLOLE

15.20 – Terminata la conferenza di Montella

– Sul nuovo preparatore Innaurato:La sua impronta è la sua conoscenza ci sono, ha grande esperienza. La squadra fisicamente sta bene

– Su Biglia:Non è al meglio ma sta bene, si allena con noi da lunedì

– Sui giocatori che vanno in Nazionale:Quando alleni una grande squadra è normale avere giocatori che vanno in Nazionale. E’ chiaro che con una squadra così nuova mi piacerebbe preparare le partite in quattro-cinque giorni, ma non è così e non è problema, siamo professionisti e la squadra domani sarà nelle condizioni psico-fisiche migliori

– Sul limitare gli esterni del Napoli: “Dipende dagli avversari e dall’inerzia della partita. Sappiamo che dobbiamo essere compatti, non dobbiamo essere troppo bassi”

– Ancora sulle sconfitte contro le big e se domani può essere la svolta:Non parlo di scintille, ma certamente sono partite che interpretate nella maniera giusta e con un risultato giusto posso dare sicurezza e convinzione in più. Ma vale sempre tre punti come tutte le altre

– Sul mercato di gennaio:Mancano cinquanta giorni al mercato, mi confronto quotidianamente con Mirabelli sappiamo cosa si può fare per migliorare la squadra. Sinceramente adesso sono concentrato esclusivamente s questi calciatori, che hanno potenzialità

– Sulla Nazionale:Non mi piace dare giudizi affrettati, qualcosa va fatto e c’è bisogno di uomini che abbiamo competenze in politiche sportive, serve qualche nome che porti avanti un discorso su cosa significhi indossare la gloriosa maglia della Nazionale. Nei nostri settori giovanili si pensa troppo al risultato sin dalla giovanissima età senza pensare al talento. Serve un’analisi calma e senza umoralità

– Su André Silva:Sta avendo la sua crescita, fa parte di una programmazione e di un percorso

– Sui numeri pessimi negli scontri diretti:Sono numeri chiarissimi perchè vengono da cinque anni. Quest’estate è stata fatta una scelta di uomini per portare nuovamente questa squadra a competere con le prime, siamo qui per lavorare per questo

– Sulle squadre B:Se ne parla da tanti anni, non so se è la scelta migliore. Lunedì abbiamo vissuto un dramma sportivo e dobbiamo capire cosa fare negli uomini e nelle strategie

– Su Insigne:Ho sentito che ha la febbre, ma forse l’ho sognato (ride, ndr). E’ un giocatore fortissimo

– Su Bonucci:E’ cresciuto molto fisicamente e nell’interpretazione, si sta ritrovando anche grazie al riposo forzato

– Sulle sue sensazioni:Abbiamo trovato continuità anche di gioco e uomini, non siamo al 100% come effettivi, ma abbiamo le nostre armi da giocare

– Su Mertens:Ha trovato un ruolo impensabile fino a poco fa, sa attaccare la profondità ma ha anche una grande predisposizione al sacrificio

– Sul Napoli:E’ complicato giocarci, è difficile se attenderli bassi o alti perchè. Al di là dell’aspetto tattico, conta la fiducia, dovremo limitare il loro possesso palla

– Su Calhanoglu:Ha un leggero risentimento, stiamo valutando se è il caso di forzare

– Sull’assenza di Ghoulam:Ottimo calciatore, la catena sinistra del Napoli funziona alla perfezione, ha comunque degli ottimi sostituti come Mario Rui, troveremo un Napoli altrettanto forte

– Sulla condizione:Stiamo trovando la nostra identità, veniamo da due trasferte dove abbiamo vinto nettamente, giochiamo contro la squadra che gioca i miglior calcio, per noi deve essere uno stimolo

– Sulla settimana dei ragazzi dopo gli impegni con le Nazionali:E’ inevitabile lavorare anche a livello psicologico, alcuni sono delusi altri particolarmente motivati come Suso. Questa partita aiuta perchè è bellissima da preparare e da giocare

15.00 – Inizia la conferenza di Montella