Qui Cina, stop alla vendita di avorio e derivati

Qui Cina, stop alla vendita di avorio e derivati

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Da ieri, in Cina, è illegale trattare o vendere l’avorio e i suoi prodotti derivati. E’ momento storico per Zhou Fei, a capo di Traffic China e del Programma per il commercio della fauna selvatica del Wwf in Cina, per il quale la decisione aiuterà a invertire il declino delle popolazioni di elefanti africani.

Il 2018 inizia con la speranza che gli elefanti possano essere più sicuri, ora che la Cina ha vietato le vendite di avorio commerciale: i prezzi sono in calo e gli sforzi di applicazione della legge in molte parti dell’Africa e dell’Asia sono molto migliorati“, ha dichiarato il Ceo di WildAid Peter Knights.

Si stima che siano 30mila gli elefanti vittime di bracconaggio ogni anno, ma le cose stanno migliorando: basta pensare che nel 2013 in Kenya ne sono stati uccisi 390, numero sceso a 46 nel 2017.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy