Kalinic, il “self-made man”. E ora anche il popolo milanista ti ha abbandonato