PUNTO TATTICO • Non c'è ancora un gioco: il Milan si affida sempre agli esterni