Abate, Di Francesco e quel salvataggio che ti cambia una stagione: chapeau, caro vecchio "Igna"