ACCADDE OGGI/ Sfuma clamorosamente l'affare Tevez. Non “sfuma” il poker di Berardi

ACCADDE OGGI/ Sfuma clamorosamente l’affare Tevez. Non “sfuma” il poker di Berardi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

“È stato il mio rimpianto più grande. Ha fatto da spartiacque tra Milan e Juve” dirà Galliani qualche anno dopo. 12 gennaio 2012. Una giornata vissuta col fiato in gola. Alle 10, l’a.d. del Milan parte in direzione Londra, dove lo aspettano l’agente di Tevez e i dirigenti del City. Tutto sembra fatto (spuntano anche delle foto di un pranzo insieme), l’argentino è deciso a sposare la causa rossonera. Unico dettaglio: l’affare è legato alla cessione di Pato al Psg. Colpo di scena nel pomeriggio: Pato (o Barbara Berlusconi?) spiazza tutti e decide di rimanere al Milan. Il condor torna a Milano a mani vuote.

Due anni dopo, il 12 gennaio 2014, il Milan di Allegri cade a Sassuolo 4-3, travolto dal poker di un giovane Berardi. Milan avanti 2-0 con Robinho e Balotelli, poi Berardi a valanga. Accorcia Montolivo nel finale. Per Allegri, con il Milan solo a +6 dalla zona retrocessione, è il capolinea: arriverà Clarence Seedorf.

Un giorno che vede intrecciare i destini di Milan e Juventus, poichè Tevez nell’estate 2013 si trasferisce alla Juventus e farà le fortune della Vecchia Signora, mentre Allegri è diventato l’allenatore dei bianconeri dall’estate 2014, vincendo 4 scudetti di fila.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy