Alla ricerca del Suso perduto

Alla ricerca del Suso perduto


L’andata di Coppa Italia di ieri sera, che ha visto i rossoneri pareggiare a reti bianche contro la Lazio, ha visto un protagonista in negativo: Suso. Lo spagnolo è stato uno dei principali artefici della risalita guidata da Gattuso, con gol e assist che ad inizio stagione hanno tenuto a galla il Milan mantenendo una fiducia insperata negli obiettivi futuri. Ma – sarà la pubalgia – lo spagnolo sembra essersi perso senza riuscire più a ritrovarsi. Così, se il 2018 lo aveva visto vestire i panni del leader, il 2019 sembra averlo reso un fantasma in campo, quasi come se gli mancasse la motivazione per far bene, nonostante alle sue spalle ci sia un Castillejo in netta ascesa.

Ieri Suso ha toccato meno palloni di Piatek, il quale è stato poco e mal servito, confermando nuovamente il suo momento no. Ormai sappiamo tutti, tifosi ed addetti ai lavori ma non solo, che Suso vive di fiammate in cui la sua tipica giocata sembra riuscire ad ogni condizione: punta l’avversario, rientra sul sinistro e tira/crossa. Ma sembra che oggi tutti abbiano capito l’antifona ed ogni suo tentativo si rende vano anche solo nel momento in cui pensa ad eseguirlo. In un’intervista di qualche settimana fa ha anche dichiarato che spesso fa fatica a star dietro a tutto quello che Gattuso gli chiede di eseguire, come contro la Roma, in cui è stato costretto a fare praticamente il terzino aggiunto. Ma – come successo anche con Calhanoglu – se la qualità viene a mancare, è fondamentale per una squadra con le ambizioni del Milan schierare in campo giocatori che diano tutto per la maglia, al fine di portare un risultato positivo che vada aldilà della prestazione. Il problema è che ultimamente Suso non riesce più a garantire neanche la quantità, oltre la qualità, che ha sempre dimostrato di avere nel suo bagaglio ma che sembra aver smarrito. Contro il Sassuolo infatti, Castillejo ha dato l’impressione di dare quella verve che tanto mancava sulla fascia sinistra, risultando a conti fatti un valore aggiunto.

Un’interpretazione di questo inspiegabile calo fisico e mentale potrebbe anche essere attribuita all’arrivo di Piatek e Paquetà, che sembrano aver conquistato i tifosi rossoneri mettendo forse un po’ in ombra i così detti veterani. Forse Suso sente di non essere più così importante come poteva accadere qualche mese fa ma – se così dovesse essere – si sbaglia di grosso. In questo delicato momento della stagione abbiamo bisogno di tutti, e la nostra speranza è che anche lo spagnolo con la n.8 se ne convinca in modo da tornare protagonista (in positivo) per porre una firma importante nella cavalcata dei rossoneri verso la Champions.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl