Alternative, idee e prospettive: il Milan deve essere multitasking

Alternative, idee e prospettive: il Milan deve essere multitasking

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Alternative, idee, prospettive e piani b. Quattro concetti, stesso filone, una grande verità: nella vita come nel calcio bisogna sempre disporre di nuove ispirazioni, di salvagenti morali e concreti che ci tengano a galla nel mare dei fallimenti. Sembrano frasi all’apparenza scontate ma chi ha conosciuto l’amarezza del fallire, sa bene che la lucidità e la programmazione possono letteralmente salvare la vita. In questo senso quindi, nella tranquillità calcistica bisogna essere consapevoli che vi saranno sempre periodi di relativo fallimento. Come superarli? Con nuove idee, un gruppo coeso ma sopratutto colmo di alternative. Il Milan, in questo senso, sarà chiamato ad affrontare una stagione difficile e dovrà farlo al meglio ma sopratutto con una rosa poliedrica e affamata di vittorie.

Il primo esperimento, il 4-3-1-2 di Giampaoliana fattura, è stato accantonato. Per ora. Vi è infatti bisogno di tempo in un momento in cui il Milan non ne ha. In questo senso, quindi, è meglio ritornare per ora al spesso proficuo 4-3-3. Una certezza a cui il Milan può appigliarsi a fronte della duttilità dei suoi interpreti. La rosa rossonera, infatti, dispone di giocatori duttili e capaci di ricoprire più posizioni. Prendiamo come esempio Borini. Gli evidenti limiti tecnici dell’italiano sono compensati da una grinta e da una poliedricità incredibile. Allo stesso modo si potrebbe dire di Calhanoglu o Suso: giocatori di qualità capaci di interpretare diversi ruoli del centrocampo o del fronte offensivo. Da valutare poi anche i nuovi acquisti, Bennacer, Leao o Krunic per citarne tre: giovani, intraprendenti e desiderosi di lavorare.

Parliamoci chiaro il Milan non dispone di una rosa stellare ma neanche provinciale. Al diavolo manca concentrazione, fiducia e la lucidità di ripartire. Cercare alternative e rialzarsi da momenti difficili non deve essere vissuto come un momento di angoscia ma come una prova di maturità che farà crescere una squadra molto giovane. Già disporre di alternative o presunte tali, deve essere un appiglio importante su cui poggiare le proprie certezze. Il Milan deve e dovrà essere multitasking perchè solo così saprà reagire alle difficoltà di un’intera stagione.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy