Brocchi: “Ecco perchè il Milan mi scelse”

Ex giocatore del Milan ed ex tecnico del diavolo, Cristian Brocchi festeggia oggi un anno esatto sulla panchina del Monza. In una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, l’ex centrocampista rossonero ha parlato sia dell’attuale esperienza la club brianzolo che del suo passato rossonero. Da molti definito come il “cocco” di Berlusconi, Brocchi ha risposto di non sentirsi un privilegiato ma une persona stimata dal ex presidente rossonero. In merito alla sua esperienza sulla panchina rossonera, Brocchi afferma di essere stato scelto per le sue idee di calcio e per aver lavorato bene nel settore giovanile e non per qualche preferenza del presidente.

LEGGI ANCHE:  Braida non ha dubbi: "A questo Milan manca una cosa!"

Brocchi, inoltre, rivendica il merito di aver lanciato e aver contribuito alla crescita di talenti come Calabria, Donnarumma e Cutrone, presente e passato del Milan. Tra le altre domande, Brocchi ha risposto sulla sua esperienza rossonera definendola “breve ma intensa” e sull’attuale momento rossonero, chiarendo che non avrebbe esonerato Giampaolo perchè “un allenatore ha bisogno di tempo”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy