Sei qui: Home » Copertina » La rivoluzione di Pioli: stop ai ritiri. Stasera in 50mila a San Siro: dentro Rebic?

La rivoluzione di Pioli: stop ai ritiri. Stasera in 50mila a San Siro: dentro Rebic?

Pranzo e colazione insieme, niente cellulare a tavola. E’ la ricetta per fare gruppo secondo Stefano Pioli che ha abolito il pernottamento a Milanello in occasione delle gare interne, come quella di stasera a San Siro contro il Lecce. Il neo allenatore rossonero, come racconta il Corriere della Sera, ha scelto questa linea per responsabilizzare i suoi ragazzi: “Bisogna essere professionisti sempre, ogni istante”.

Nonostante l’hashtag #PioliOut che aveva accolto l’arrivo del nuovo tecnico rossonero, i tifosi del Milan si stringeranno ancora una volta intorno alla squadra. Come spiega La Gazzetta dello Sport, la prevendita dei biglietti per la partita di stasera contro il Lecce è andata bene: si stima che ci saranno almeno cinquantamila spettatori, compresi i 2.700 sostenitori salentini.

Solo questa mattina, al termine della rifinitura bis, Pioli comunicherà la sua prima formazione da tecnico del Milan. La sensazione, secondo il Corriere dello Sport, è che il croato Rebic, ad esempio, esordirà da titolare dopo tre apparizioni con Giampaolo. L’obiettivo è non creare una rivoluzione, ma tentare di ottimizzare un organico non di prima fascia, ma senz’altro in grado di arrivare almeno in Europa League.

LEGGI ANCHE:  Mercato Milan, Bakayoko sempre più lontano: due club sulle sue tracce

C’è una statistica che non rende sereni i tifosi del Milan: Stefano Pioli ai suoi esordi non ha mai vinto. Fin dai tempi in cui allenava il Bologna: alla prima del 10 settembre 2006 finì 1-1 contro il Parma. Come ricorda Tuttosport, accadde anche con l’Inter, tre anni fa, quando diventò allenatore dei nerazzurri alla sosta di novembre: la prima gara fu il derby pareggiato 2-2. Perse anche ad agosto 2017 a San Siro contro l’Inter, alla prima sulla panchina della Fiorentina.